Una bistecca assieme ad un bicchiere di rosso, (o la carne direttamente marinata nel vino) riduce il colesterolo.

Questo il messaggio centrale di una ricerca dell’Hebrew University of Jerusalem, diretta dal professor Ron Kohen e pubblicata sul "http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1756464612001466 ">“Journal of Functional Food.

Kohen e la sua squadra hanno lavorato con alcuni volontari, divisi in tre gruppi. Il primo gruppo ha mangiato solo cotolette di tacchino, senza consumare altri tipi di carne o pesce. Il secondo
gruppo si è nutrito esclusivamente di costolette marinate nel vino rosso. Il terzo ed ultimo gruppo ha puntato su carne rossa ed un bicchiere di vino a pasto.

Le analisi mediche, compiute dopo 4 giorni di dieta speciale, hanno mostrato differenze significative. Il primo gruppo (solo carne) evidenziava un alto livello di malondialdeidi: composti spia
dell’ossidazione dei lipidi, si accumulano nel sangue, aumentando il colesterolo cattivo, prima causa di malattie cardiache. Diversamente, nel secondo e terzo gruppo (carne con vino) i composti
venivano assorbiti dal sangue, riducendo la quantità di colesterolo.

Intervistato dal “Daily Telegraph”, Kohen ha dichiarato come
il lavoro svolto dia spiegazione a due fenomeni alimentari: il legame tra consumo di carne rossa ed aumento di colesterolo ma la capacità del vino (grazie ai suoi polifenoli) di ridurre
tale relazione pericolosa.

Ci sono buone notizie anche per i non amanti del vino, visto che anche le verdure rendono la carne rossa più gestibile.

Detto questo, Kohen ritiene che la scelta migliore sia, semplicemente, ridurre il consumo di carne, aumentando quello delle proteine vegetali.



Matteo Clerici


ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.