La cucina non deve essere solo un luogo dove riempirsi la pancia e far contento il palato. Al contrario: le varie ricette possono tranquillamente essere sia gustose che salutari, dando piacere
mangiando e tutelando la salute.

Questo l’insegnamento di “I magnifici 20. I buoni alimenti che si prendono cura di noi”, scritto da Marco Bianchi e pubblicato da Ponte alle Grazie.

Bianchi è ricercatore veterano dell Ifom (Isituto FIRC di oncologia molecolare), studioso di nutraceutica, (la disciplina che unisce alimentazione e farmaceutica).

Il testo, risultato del suo lavoro, contiene così “le piccole scoperte della scienza che spesso non arrivano alla gente ‘comune ma che possono aiutare l’alimentazione quotidiana dal
punto di vista della prevenzione”. Il volume offre così una gamma di opzioni, dal suggerimento per il singolo alimento alla ricetta vera e propria.

Per esempio, il cioccolato. Il “cibo degli dei” è un anti- stress naturale, con soli 40 gr al giorno, ma attenzione ad intolleranze ed aumento di peso.

Oppure, si può dare spazio ai semi di lino tritati con l’aggiunta di un paio di noci, miscela indicata per abbassare il colesterolo alto.

L’erba cipollina, invece, è un anti raffreddore naturale, con effetti espettoranti e balsamici.

Notevole anche la ricetta del carpaccio di finocchi con tonno e germogli di rucola, molto ricca di vitamine. Gli ingredienti? Un’emulsione di aceto balsamico, olio extravergine d’oliva, uno
spicchio d’aglio e sale, l’aggiunta di semi di zucca tostati, finocchi e tonno e ovviamente germi di rucola.

Marco Bianchi, “I magnifici 20. I buoni alimenti che si prendono cura di noi”, Ponte alle Grazie 2010, 177 pp., 14 Euro

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.