Non avere figli fa mangiare meglio: le coppie senza figli hanno un’alimentazione migliore e più sana di quelle con prole.

E’ la tesi sostenuta da una ricerca dell’Università di Reading (Gran Bretagna), diretta dal professor Richard Tiffin e pubblicata su “European Review of Agricultural Economics”.

Il gruppo capitanato dal professor Tiffin ha selezionato 7000 famiglie, facendo loro tenere per 2 anni un diario in cui venivano registrati alimenti acquistati e consumati.

Esaminando le registrazioni, gli studiosi hanno notato come le coppie più abbienti consumavano più frutta e verdura, mentre in quelle più anziane calavano gli alimenti
ricchi di grassi e zuccheri.

Tuttavia, gli esperti sostengono che la discriminante maggiore fosse tra coppie con figli e senza figli. Le coppie senza figli consumano più frutta e verdura, mentre quelle con prole
preferiscono cereali, latticini e patate e riducono la carne.

Secondo il professor Tiffin, la ricerca ha dimostrato “Ciò che intuitivamente già si sa: per qualche motivo le dinamiche che si instaurano con la presenza di un bimbo in casa
peggiorano la dieta”.

FONTE: Richard Tiffin and Matthieu Arnoult, “The demand for a healthy diet: estimating the almost ideal demand system with infrequency of purchase”, Eur Rev Agric Econ (2010) 37(4):
501-521 doi:10.1093/erae/jbq038

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.