Prof. Corrado Ficorella, ordinario di Oncologia Medica all’Università dell’Aquila. Oggi il mangostano sembrerebbe essere il più potente antiossidante prodotto in natura e viene studiato anche in Giappone, Stati Uniti ed Australia e Thailandia (primo produttore al mondo di mangostano).L’impiego del mangostano è efficace nelle terapie contro il diabete e contro i postumi delle cure radiologiche. La ricerca sta facendo passi da gigante sugli anti-ossidanti, sostanze che combattono gli effetti negativi dei radicali liberi, cioè il processo di ossidazione delle cellule, che favorisce l’invecchiamento. A Cibus 2012, se ne è parlato in una tavola rotonda organizzata dal “Ciiso”, il Consorzio Interuniversitario Internazionale. Buone prospettive dagli studi sul mangostano, un frutto tropicale prodotto in Thailandia ed in altri paesi asiatici. Il prof. Corrado Ficorella, ordinario di Oncologia Medica all’Università dell’Aquila, ha espresso pareri favorevoli a proposito dell’uso della molecola estratta dal pericarpo del frutto, lo “xanthones” che risulta particolarmente efficace contro le infiammazioni e i dolori articolari.