La nipitella è una pianta perenne aromatica dalla fragranza simile a quella della menta; il suo nome significa “scorpione”, nell’antichità infatti si credeva nel
suo potere di far guarire dal morso di questo animale.

Il fusto della pianta, dapprima strisciante poi eretto, raggiunge i 50 cm di altezza, le foglie ovate, pelose, hanno il margine dentato e i fiori, di colore bianco o rosato, sono riuniti su un
peduncolo a formare una infiorescenza composta.

Facile da reperire negli incolti, lungo le strade e specialmente in
collina, la nipitella fiorisce dalla primavera all’estate.

Tra le sue virtù medicinali, ricordiamo quelle digestive e disinfettanti.



In cucina

In cucina la nipitella è spesso abbinata ai funghi. Nella cucina romana è utilizzata nei ripieni di carciofi e di melanzane.



Consigli della nonna e curiosità

Per guarire piccole escoriazioni, le nostre nonne applicavano le foglie fresche di nipitella, pestate, sulla parte interessata.

a cura di Rosa Velliscig e Lorenzo Totò