Il Codacons interviene sul caso dei posti letto nella sanità laziale. Stando alla notizia riportata oggi dal Corriere della Sera, un errore di calcolo relativo agli abitanti della Regione
Lazio, avrebbe portato ad un taglio eccessivo dei posti letto nella rete ospedaliera (2.837 unità anziché 1.130).



L’errore sarebbe contenuto nel decreto del commissario governativo, Mario Morlacco, nel quale la popolazione laziale ammonterebbe a 5 milioni 304 mila. Cifre che tuttavia farebbero riferimento al
censimento di fine 2007 e non a quello dei primi mesi del 2009, quando i residenti ammontavano a 5 milioni 632 mila.



“Vogliamo sapere come sia possibile sbagliare i calcoli su un tema così delicato come quello della sanità – attacca il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – a quanti posti letto hanno
diritto i cittadini della regione?”



Al riguardo l’associazione annuncia un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e alla Corte dei Conti, affinché si faccia chiarezza sulla vicenda e perché vengano assegnati ai
cittadini del Lazio i posti letto loro spettanti in base alle leggi vigenti.