Milano, 16 Aprile 2012

Qualche tempo fa, newsfood.com ha ricevuto alcune lettere di protesta e commenti poco lusinghieri sui servizi forniti da Sorgenia. Abbiamo interpellato la Direzione Marketing di Sorgenia che
sì è dimostrata attenta ed interessata a risolvere le situazioni che venivano presentate.

E’ indiscutibile che con centinaia di migliaia di clienti ci possano essere disguidi e/o problemi di gestione ma si è appurato che spesso era la mancanza di una comunicazione corretta
del problema da parte di chi lamentava il disservizio a creare il “collo di bottiglia” che impediva di dare risposte in tempi rapidi.

E’ bastato fornire le procedure esatte e la maggior parte dei problemi è stata risolta(leggi qui: "http://www.newsfood.com/q/f47e8b3e/mercato-libero-dellenergia-problemi-con-sorgenia/).">http://www.newsfood.com/q/f47e8b3e/mercato-libero-dellenergia-problemi-con-sorgenia/).


Oggi Sorgenia ci presenta una nuova iniziativa che divulghiamo volentieri.

E’ indubbio che la crisi stia interessando il nostro Paese ed anche la casse dei distretti scolastici sono vuote; tutti noi abbiamo un figlio o un nipote che va a scuola e sappiamo benissimo
che mancano le cose più basilari e i genitori sono chiamati a sostenere a titolo privato queste carenze, oppure a organizzare feste ed eventi per racimolare qualche soldino e finanziare
le necessità di base dell’attività scolastica.

Sorgenia ha pensato di poter dare una mano alle famiglie, ed alla scuola dei loro figli, proprio con una campagna che si auto-finanzi con i consumi quotidiani di energia, senza spendere di
più, anzi spesso risparmiando sui costi abituali sostenuti.

Ecco cosa dice la comunicazione che ci è pervenuta dall’Ufficio Marketing di Sorgenia.


SORGENIA PER LA SCUOLA

Sorgenia tra i banchi, per migliorare l’ “efficienza” scolastica

Sorgenia, primo operatore privato nel mercato nazionale dell’energia, ha dato quest’anno il via a “Sorgenia per la Scuola“, una campagna di sensibilità che durerà fino al
15 giugno 2012 e che ha come obiettivo quello di aiutare le scuole nella fornitura dei materiali didattici.


L’iniziativa è utile ed originale: a chiunque sia o diventi cliente Sorgenia, iscrivendosi direttamente dal portale "http://www.sorgeniaperlascuola.it/">www.sorgeniaperlascuola.it, vengono regalati dei punti bonusda devolvere ad un istituto scolastico a scelta, come, ad esempio, quello
frequentato dai propri figli.

Il dirigente scolastico dell’istituto indicato potrà poi sfruttare i punti ricevuti per richiedere in regalo a Sorgenia i beni o i servizi didattici che ritiene necessari, tra quelli
disponibili a catalogo (cancelleria, strumenti tecnologico-multimediali, apparecchiature informatiche, materiale di segreteria, cartine geografiche, etc…), mentre il cliente
potrà segnalare al dirigente della scuola selezionata per quale tipologia di bene o servizio a catalogo preferirebbe che i punti venissero impiegati.

Per scoprire i dettagli del progetto “Sorgenia per la Scuola” e per partecipare alla raccolta punti, è possibile visitare il sito  "http://www.sorgeniaperlascuola.it/">www.sorgeniaperlascuola.it.

L’obiettivo duplice perseguito da Sorgenia è quello di sensibilizzare le nuove generazioni al risparmio energetico, alla riduzione degli sprechi e ad un uso più intelligente e
sostenibile delle risorse, al fine di migliorarne il futuro, a cominciare dalle piccole attività di tutti i giorni, e cercando al contempo di migliorarne anche il presente, attraverso
l’ottimizzazione della strumentazione didattica messa a loro disposizione.


Giuseppe Danielli

Newsfood.com