Record di visitatori alla 6^ Edizione del Salone del Biscotto di Vercelli iniziato con qualche polemica riguardo alla scelta della provincia piemontese
che lo doveva ospitare. Conteso tra Alessandria e Vercelli, il Salone del Biscotto ha onorato la vocazione dolciaria di Vercelli ed Expoblot di Caresanablot si é attestato come il polo
fieristico del Piemonte orientale grazie anche all’alleanza con Biella Fiere.

Più di 30 espositori in rappresentanza di tutte le province piemontesi, le Camere di Commercio di Vercelli, Novara, Alessandria, le province di Vercelli, Biella, Novara, la delegazione
ONAV di Vercelli per una tre giorni all’insegna della dolcezza.

All’inaugurazione, venerdi 19 novembre, oltre alle numerose autorità, erano presenti le due maschere del Carnevale vercellese, il Bicciolano nel suo costume settecentesco di panno
marrone e la sua fedele compagna, la Bella Majin nell’abito da sposa della contadina vercellese di fine Settecento.

“Biscotto in musica” ha creato una rilassante atmosfera salottiera che ha favorito le varie degustazioni: Bicciolan, amaretti, baci di dama, ossa da
mordere, biscotti di Novara, canestrelli, biscotti di riso, al latte, asianot, gallette. E per accompagnare quelli che alla fine dell’Ottocento erano chiamati i bagnati non poteva mancare il
tradizionale zabaglione.

Tra le novità la Torta Bicciolata ed i mieli della Valsesia che nascono negli alpeggi e che hanno i profumi dei fiori di montagna.

Alla manifestazione era presente una delegazione di produttori sardi con le sebadas, tipico dolce dalla sfoglia sottile con il cuore di formaggio ed il torrone di Tonara.

Una domenica al di sopra delle più rosee aspettative con vendite sostenute tanto da esaurire le disponibilità degli espositori che hanno reso necessaria la chiusura anticipata del
Salone.

Il Salone del Biscotto é stato organizzato dal Settore Agricoltura della Provincia di Vercelli in collaborazione con la Camera di Commercio di Vercelli e la sua Azienda Speciale ASFIM,
con il concorso delle Province e delle Camere di Commercio Piemontesi e grazie al contributo della Regione Piemonte.


Redazione Newsfood.com+WebTv