Un fast food vegano: niente carne, pesce o derivate. A Torino, in via Arbarello, apre un locale di “Universo Vegano”, catena di fast food dedicata a chi rifiuta ogni sfruttamento di animali,
per alimentazione o per altre attività umane.

Il titolare è Luca Giampietro: torinese, 34 anni, un passato come art director, ma una passione sempre presente per la cucina vegan. Così, prima i piatti casalinghi, poi il lavoro
in un fast food, poi l’apertura di un locale in franchising con la casa madre.

Allora, è tempo di mettere le carte in tavola. Per prima cosa, la filosofia di base: “I nostri sono cibi naturali pensati per chi ha solo un’ora per la pausa pranzo e non vuole
rinunciare ai propri principi, o magari per chi intende provare qualcosa di diverso senza ingurgitare cibo-spazzatura. Ovviamente il nostro fast food è aperto a tutti: assaggiate e
giudicate…”.

Poi, l’offerta commerciale. Regola di base, “Tutti i nostri prodotti sono nati dalla collaborazione con medici-nutrizionisti. Gli ingredienti principali sono la soia, il seitan (glutine
iperproteico), i ceci, le spezie e la fecola di patate”. Riguardo ai piatti, ecco la piadina (affettato vegetale), il kebab (vegetale) e l’hamburger (vegetale). Sempre parlando di panini, ecco
il cheeseburger: cotoletta (di ceci) e formaggio (vegetale).

Obiettivo dare ai clienti la stessa soddisfazione che Giampietro prova nel preparare i suoi piatti. Una soddisfazione vegana, ovviamente.


Matteo Clerici