Metti una porchetta in tavola. Ma non una porchetta qualunque, la porchetta tipica di strada della tradizione umbra. Questo, e tanto altro, sarà “Porchettiamo, il festival delle
porchette d’Italia”. Il festival, giunto alla IV edizione, sarà ospitato da San Terenziano, città nel verde posta nei pressi di Gualdo Cattaneo, dal 18 al 20 maggio.

Centro della manifestazione, la Piazza della Porchetta, dove i vari partecipanti (città paesi e regioni) creeranno il loro spazio, con la presentazione del prodotto e l’offerta di panini
ai clienti. In questo modo, i singoli sapori ed odori verranno esaltati.

Come gli altri anni, Porchettiamo si gemellerà con una città ospite ed un suo prodotto tipico. Quest’anno è il turno di Firenze, con il suo lampredotto interpretato dal
trippaio Luca Cai. Tra le altre prelibatezze, il cicotto, tradizionalmente assieme alla porchetta e preparato secondo tradizione dai maestri locali.

Anche il bere avrà il suo buono con l’Enoteca del Sagrantino: un punto di degustazione dei vini locali. Obiettivo finale, riportare in auge il momento delle fraschette, antiche locali
dove il popolo gustava una fetta di porchetta ed un bicchier di vino. A rendere il tutto ancora più valido, la presenza del giornalista Antonio Boco, che insegnerà come legare
porchetta ai vini della regione.

Da non dimenticare Birroteca, dove sarà servita una selezione di birre italiane artigianali. Ancora, i rappresentanti di Slow Food Valle Umbra condurranno alla scoperta dei Presidi
locali.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

www.porchettiamo.it

Matteo Clerici