Identità di Vino – Speciale Congresso

Identità di Vino – Speciale Congresso

Vedi articoli e video Identità Golose 2017 (clicca qui)

Quando una trentina di anni fa iniziai a scrivere di ristoranti sul Giornale, faticai a trovare un titolo alla rubrica perché volevo che non evocasse solo tavoli, piatti e cucine ma anche il perfetto complemento di un pasto: il vino. Scartati quelli tipo Piatti & Bicchieri, mi concentrai sulle parole cibi e vini ma serviva una nota brillante, brillante almeno per me. Alla fine decisi e scelsi Cibi Divini sia perché metteva in evidenza la mia passione per il cibo, sia perché, pur se racchiusa in un aggettivo, la parola vini c’era.

E adesso che siamo alla vigilia della tredicesima edizione di Identità Golose, da sabato 4 a lunedì 6 a Milano, sono il primo a emozionarsi davanti alla mole di proposte legate al mondo del vino, raccontate così bene in questa newsletter da Cinzia Benzi e da Raffaele Foglia. Cibi e vini divini, mi viene da scrivere e non sbaglio.

Paolo Marchi

I testi della newsletter sono a cura di Cinzia Benzi e Raffaele Foglia

[email protected]

Fontanafredda, il viaggio del Vino Libero

La tenuta Fontanafredda, nel cuore della zona del Barolo: una perla nelle Langhe

La tenuta Fontanafredda, nel cuore della zona del Barolo: una perla nelle Langhe

Attraverso Vino Libero & Compagnia, il Gruppo Fontanafredda, fedele main sponsor di Identità Golose, racconta la biodiversità agroalimentare italiana, anche all’interno di Identità Milano: aziende eccellenti, accomunate dall’impegno ad adottare modelli di agricoltura intelligente e sostenibile, nel segno del rispetto e della pulizia. Pulizia morale ed intellettuale, ma anche pulizia della terra. Allo stand di Vino Libero & Compagnia, potrai degustare i più grandi vini italiani raccontati dai loro produttori. C’è anche un appuntamento da non perdere, durante Identità Golose Milano: lunedì 6 marzo alle 13 si terrà la premiazione del concorso “In viaggio con Vino Libero & Compagnia”.

L’associazione Vino Libero raggruppa 10 produttori vinicoli e 1 distilleria impegnati, l’uno nei confronti dell’altro, ad applicare un modello di agricoltura sostenibile che sia allo stesso tempo economicamente vantaggioso e rispettoso dell’ambiente. Tutte le aziende associate adottano scelte di coltivazione che privilegiano processi che consentono di preservare la “risorsa ambiente”, evitando il ricorso a pratiche dannose per il suolo e riducendo al minimo il ricorso a sostanze chimiche.

Ferrari, bollicine d’autore e ospitalità

Cantine Ferrari

Cantine Ferrari

Le Cantine Ferrari scelgono Identità Golose, di cui diventano main partner, per continuare il percorso di approfondimento sull’Arte dell’Ospitalità avviato lo scorso anno con The World’s 50 Best Restaurants, l’ambita lista dei migliori 50 ristoranti al mondo.

Un tema, quello dell’ospitalità, molto sentito da Ferrari, che da anni si impegna a valorizzare l’importantissimo ruolo della sala e dell’accoglienza e che dal 2016 lo premia, in collaborazione con The World’s 50 Best Restaurants, con il Ferrari Trento Art of Hospitality Award. La scelta è coerente con i valori di Ferrari, che da oltre un secolo rappresenta il brindisi italiano per eccellenza, ma soprattutto racconta un vero e proprio stile di vita, improntato al piacere di condividere e godere di ogni istante.

Quali sono, dunque, gli elementi che rendono l’ospitalità una vera e propria arte? Come si realizza quella magica alchimia che riesce a combinare in un perfetto equilibrio servizio, accoglienza e convivialità, rendendo indimenticabile un’esperienza gastronomica? Se ne parlerà il 6 marzo alle 13 sul palcoscenico di Identità Golose. E per celebrare l’arte dell’ospitalità, nulla di meglio di un brindisi: il 6 marzo sarà possibile degustare le Riserve Trentodoc di casa Ferrari nella Sala Gialla 1, dove, alle 18, un grande brindisi formato Jeroboam saluterà simbolicamente l’edizione 2017 di Identità Golose.

I talenti del premio Birra Moretti Grand Cru

La premiazione del Premio Birra Moretti Grand Cru 2016

La premiazione del Premio Birra Moretti Grand Cru 2016

Non solo gli chef già affermati, ma spazio anche ai giovani talenti, grazie allo spazio di Birra Moretti. Qui, infatti, i migliori cuochi del Premio Birra Moretti Grand Cru potranno mostrare le loro creazioni.

In particolare, sabato 4 marzo, alle 17.30, Giovanni Pellegrino – menzione speciale per la miglior interpretazione della birra in abbinamento – propone Beer Donuts, con Birra Moretti La Bianca.

Domenica 5 marzo, alle 17.30, Alberto Basso, vincitore del voto del pubblico, presenta Pancia di maiale iberico, luppolo e Birra Moretti Grand Cru, con Birra Moretti Grand Cru.

Ultimo appuntamento con Giuseppe Lo Iudice, vincitore del Premio Birra Moretti Grand Cru, per lunedì 6 marzo, sempre alle 17:30, con Anatra alla Birra Moretti Lunga Maturazione, con Birra Moretti Lunga Maturazione. Lunedì 6, alle 15.45, in Sala Auditorium scopriremo il vincitore del Premio Birra in Cucina.

Identità di Champagne con Ruinart Rosè

Maison Ruinart

Maison Ruinart

Identità di Champagne: Ruinart concede il bis.

In occasione della tredicesima edizione di Identità Milano, appuntamento numero due anche con Identità di Champagne, insieme a Maison Ruinart nell’esclusiva Lounge Ruinart. Ci saranno lo chef de cave Frédéric Panaïotis e nove grandi cuochi italiani che proporranno le proprie creazioni gastronomiche abbinate allo Champagne rosé.

Afferma Andrea Pasqua, senior brand manager di Ruinart in Italia: «Identità di Champagne è l’appuntamento imperdibile per scoprire il prestigio della più antica Maison de Champagne. Quest’anno il protagonista è Ruinart Rosé, l’espressione golosa del gusto Ruinart».

 

 

 

Merano Wine Awards con 250 vini

The WineHunter

The WineHunter

Un’occasione in più per parlare di vino e provare prodotti di alto livello. Così il Merano Wine Festival sbarca a Milano, all’interno dei tre giorni del congresso di Identità Golose, dal 4 al 6 marzo. Identità Golose ospiterà un’area interamente dedicata alla selezione di etichette premiate nel 2016 col bollino Merano Wine Award rosso, oro, platino: marchio di qualità che la commissione di degustazione The WineHunter assegna alle bottiglie che hanno raggiunto almeno gli 88 centesimi di valutazione.

Ci saranno a disposizione 600 metri quadri dell’area del MiCo per degustare le oltre 250 etichette e conoscere di persona i produttori delle oltre 80 aziende vitivinicole presenti. Tra queste alcune presenze estere, tra le quali tre cantine argentine.

 

 

 

Identità Cocktail, una lounge per la mixology

Identità Cocktail è una delle tante novità 2017 a Identità Milano. Tutto quello che occorre sapere per gustare uno splendido cocktail, nella nuova sezione coordinata da Fabiano Omodeo, nella foto

Identità Cocktail è una delle tante novità 2017 a Identità Milano. Tutto quello che occorre sapere per gustare uno splendido cocktail, nella nuova sezione coordinata da Fabiano Omodeo, nella foto

Viaggio alla scoperta della mixology. Lo start up della lounge Identità Cocktail è il frutto della collaborazione tra Identità, grandi bartender, cultori della storia del bere e di partner, che hanno creduto nel progetto coordinato da Fabiano Omodeo, barman di Identità Expo e oggi consulente di numerose realtà.

Il programma si aprirà sabato 4 marzo, alle 11 con il Cocktail Marketing secondo Flavio Angiolillo noto bartender che, a Milano, ha dato il via a locali di successo come il Mag e lo speckeasy Backdoor43. A seguire il collega e pluripremiato barman Mattia Pastori, alle 13,30, che racconterà la sua personale interpretazione della miscelazione e il suo approccio sensoriale in Sensorialità nella miscelazione. Seguiranno poi gli appuntamenti con Fulvio Piccinino con la sua Esperienza Vermouth, con lo stesso Fabiano Omodeo e i Cocktail Gourmet e Flavio Angiolillo Alla (ri)scoperta del limoncello. Il liquore di limoni Villa Massa incontra la mixology. E ancora Tommaso Cecca, Cafè Trussardi, e Matteo Mancuso del Lab Milano.

Come partecipare? Semplicemente mandando una mail a [email protected] e segnalando la masterclass che si desidera seguire. Ci sono solo 20 posti per ciascuna lezione.

Perle enologiche e aceto balsamico

Aceto balsamico

Aceto balsamico

L’eccellenza dei “piccoli numeri”. Poche bottiglie di vino, e l’essenza racchiusa nelle magiche gocce di Aceto Balsamico di Modena.

Per la prima volta a Identità Golose, l’azienda vitivinicola irpina Joaquin presenta il progetto Joaquin Dall’Isola, che le ha permesso di salvare i pochissimi quintali di uva dell’isola di Capri, prodotti da piccoli vigneti, coltivati a varietà Greco, Falanghina, Biancolella, e quella che dai contadini del posto è chiamata “Ciunchesa”. Da Capri, nel 2009, solo state prodotte circa 800 Magnum, mentre nel 2010, sono state realizzate circa 2000 bottiglie. Anche nel 2012 si prevede una piccola produzione. A queste si aggiunge il Vino Rosato 2012, da uve Guarnaccia e Piedirosso, un piccolo gioiello enologico di sole 68 bottiglie.

Manicardi, invece, porta a Identità Golose due eccellenze enogastronomiche dell’Emilia Romagna: Lambrusco e Aceto Balsamico di Modena. In degustazione: Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC “Vigna Cà del Fiore”, Spumante Brut Rosé “Fabula”, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP Extra Vecchio, Aceto Balsamico di Modena IGP “Nero Elisir”, Aceto Balsamico di Modena IGP “Nero Elisir Gold” e Aceto Balsamico di Modena IGP “5 Scudi”.

Il Gran Deposito Aceto Balsamico di Giuseppe Giusti, noto anche come Acetaia Giusti è la più antica azienda produttrice di Aceto Balsamico di Modena, fondata nel 1605 e gestita ancor oggi dalla famiglia, giunta alla 17ma generazione. Nel corso dell’Ottocento, l’azienda partecipò alle più importanti Fiere Nazionali ed Internazionali dell’epoca, ottenendo una prestigiosa serie di medaglie e riconoscimenti. Durante il congresso sarà possibile degustare l’intera Collezione Storica Giusti e una selezione di pregiati Aceti Balsamici dai lunghi invecchiamenti.

Fedelissimi: Cecchi, Berlucchi, Bonaventura Maschio

Berlucchi

Berlucchi

Ci saranno, come è ormai graditissima tradizione, tra fedelissimi di Identità Golose a Milano: Famiglia Cecchi, Berlucchi e Boneventura Maschio, tre aziende top che non hanno bisogno di troppe presentazioni.

Famiglia Cecchi presenterà tutti i giorni, dalle 12.30 alle 14.30, un abbinamento cibo-vino da non perdere: quale sarà il matrimonio perfetto fra i vini proposti e i piatti principi della cucina povera toscana? L’abbinamento sarà con Coevo.

Berlucchi attende gli ospiti nella sua lounge all black dove, oltre all’assaggio di ’61 Brut, Satèn e Rosé, potranno sperimentare ogni giorno dalle 13 alle 14.30 abbinamenti audaci a ’61 Nature 2009, Franciacorta non dosato, affinato 5 anni sui lieviti. Il primo appuntamento sabato 4 con il pairing “Controcorrente”: ’61 Nature e il gusto deciso del pregiato salmone Upstream. Domenica 5 lo show cooking di Cristina Bowerman di Glass Hostaria, che delizierà il pubblico con tre finger imperdibili in un originale “elogio della purezza”. Lunedì 6, “Golosi al Naturale”, con il prezioso culatello da maiale nero affinato 36 mesi dell’Antica Corte Pallavicina.

Prime Uve di Bonaventura Maschio ispira i cocktail dei bartender in abbinamento alle creazioni di grandi chef. Marco Russo e Wicky Priyan, Flavio Angiolillo e Moreno Cedroni, Mattia Pastori e Marcello Trentini: sono loro i protagonisti di “Alambicchi, sorsi e assaggi” la degustazione ispirata all’uso versatile di Prime Uve che Bonaventura Maschio propone presso il proprio stand da sabato 4 a lunedì 6 marzo 2017 (ogni giorno tra le 13 e le 15 su invito). Sabato e domenica, dalle 16 alle 17, saranno invece serviti i cocktails studiati per Prime Uve da Noi di Sala, e in particolare da Marco Civitelli e Abdel El Attaoui di Ceresio 7.

Anche i liquori sono d’autore

Giardini d’Amore

Giardini d’Amore

Giardini d’Amore presenta la propria collezione di liquori artigianali di alta fascia. Tutti i giorni (dalle 15 alle 17, spazio Dispensa), sarà possibile degustare i liquori con una selezione di dolci realizzati dal Ristorante “Il Moro” di Monza, rinomato per la sua cucina gourmet di pesce a vocazione siciliana. I Fratelli Butticè hanno realizzato per l’occasione una rivisitazione di dolci della tradizione, utilizzando i liquori Giardini d’Amore.

Il Liquore di limone di Sorrento Villa Massa è prodotto secondo un’antica ricetta di famiglia tramandata da oltre un secolo. I limoni impiegati nella produzione sono unicamente della varietà Limone di Sorrento IGP. L’assenza di coloranti e conservanti e il processo di lavorazione tradizionale rendono il limoncello Villa Massa un prodotto unico. Villa Massa presenta al pubblico di Identità Golose il Villa Massa&Tonic, un cocktail che è il perfetto mix tra la freschezza del limoncello e l’aroma del basilico: i nostri barman lo prepareranno per voi e ogni giorno dalle 12.30 alle 15.00 lo chef Stefano Callegaro proporrà una tapas in abbinamento al drink.

L’anima delle bollicine e… East Lombardy

East Lombardy

East Lombardy

Tradizione, cultura ed eleganza del passato insieme a innovazione, ricerca e glamour: a Identità Golose 2017 Gancia presenta le sue anime complementari. L’azienda astigiana sarà presente nell’area espositiva con i suoi prodotti iconici oltre che con interessanti novità. Durante le giornate del 4, 5 e 6 marzo, nelle tre fasce orarie 11-13, 14-16 e 17- 19, si alterneranno barman e bartender di due locali top di Milano, Boutique 12 e Davai, che proporranno i loro cocktail sapientemente abbinati a finger food innovativi.

Contadi Castaldi, invece, presenta la sua filosofia aziendale e prodotti di alto livello, per quella che l’azienda stessa definisce Una nuova generazione di Franciacorta.  «La ricerca di una nuova espressività sensoriale in tutte le sei unità di paesaggio della Franciacorta. Nel bicchiere un gusto scattante, fresco e piacevole. Franciacorta che hanno il ritmo dentro».

E poi c’è la Franciacorta, e East Lombardy, cioè la grande occasione per le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, che quest’anno rappresentano l’European Regione of Gastronomy. E la Franciacorta è la zona vitivincola per eccellenza, in quest’area geografica. Tutti i giorni di Identità Milano ci sarà un aperitivo, dalle 18 alle 19, con le migliori selezioni di bollicine della Franciacorta.

Leggi

Noi di Sala e Zonin: abbinata vincente

Grazie all’associazione Noi di Sala, la prossima edizione di Identità Golose vedrà i camerieri delle sale dei più importanti ristoranti d’Italia coinvolti in varie e differenti attività.

In primis, con il prezioso supporto di Zonin 1821, che ha voluto dedicare all’associazione un intero stand, sarà possibile apprendere l’arte del servizio anche fuori dalle sale congressuali. Sabato alle 11.30 diretta Live facebook: Marco Civitelli, restaurant manager di Ceresio7, simulerà un servizio al ristorante e cercherà di rispondere alle esigenze di due importanti clienti, Francesco Zonin e Riccardo Felicetti. Alle 15.30 #winetomany project: colloquio per la selezione di un candidato under 30 per uno stage presso una delle sale guidate dai soci di Noi di Sala.  Domenica alle 11.30 presentazione alla stampa della Delegazione di Milano di Noi di Sala. Alle 15.30 #winetomany project. Lunedì alle 10.30: diretta Live facebook: Alessandro Pipero, patron di Pipero, simulerà un servizio al ristorante e cercherà di rispondere alle esigenze di due importanti clienti, Paolo Vizzari e Adua Villa. Alle 14: #winetomany project.

Noi di Sala protagonisti anche lunedì per Identità di Pizza: quest’anno alcuni tra i migliori maitre e sommelier d’Italia, si diletteranno in abbinamenti vari tra pizza e bollicine. I protagonisti saranno: Simone Dimitri (Bistrot Manager – Mandarin Oriental, Mi), Giacomo Gironi (Al mercato, Mi), Rudy Travagli (Villa Laetitia, Ro), Alfredo Buonanno (Kresios, Bn), Annalisa Liguerri (Inkiostro, Pr), Matteo Zappile (il Pagliaccio, Ro), Ramona Ragaini (Andreina, An), Gianluca Castellano (Agli Amici, Ud), Marco Reitano (La Pergola, Ro).

Coppini, Extravergine T.o.p. per Identità

Coppini Arte Olearia

Coppini Arte Olearia

Coppini Arte Olearia, quest’anno olio ufficiale di Identità Milano 2017, sarà presente con i propri Extravergine T.o.p. e i condimenti da frangitura contemporanea.

T.o.p. – Tracciabilità Origine Prodotto – è un progetto che racchiude e rappresenta l’anima più profonda della Coppini Arte Olearia. Il nucleo del progetto è stato concepito nei primi anni ’80 ed ora è un sigillo, una sorta di “impronta” che contiene ed esplicita l’anima, la filosofia e la storia step by step dell’azienda, dai primi passi fino ad oggi. L’esperienza maturata negli anni ha, quindi, permesso di adottare un sistema complesso in grado non solo di conoscere l’origine della materia prima e di ricostruire la storia di una bottiglia di olio extravergine di oliva dal campo alla tavola, ma anche di avere una garanzia sulle caratteristiche organolettiche e sul metodo di estrazione (a freddo) del prodotto e comunicare il tutto con assoluta trasparenza al consumatore finale.

I prodotti di Coppini saranno esaltati dalle preparazioni e abbinamenti innovativi di Stefano Guizzetti, Ciacco – Gelato senz’altro, sabato 4; domenica 5 sarà ci sarà lo chef stellato Terry Giacomello, Ristorante Inkiostro, mentre lunedì 6 si potrà essere deliziati dalla cucina di Alfonso Vitelli, Ristorante Areadocks.

Tre giorni con l’Italia dell’olio

Olitalia

Olitalia

Olitalia a Identità Golose 2017 presenta le sue eccellenze per un condimento di qualità. Olitalia, azienda italiana specializzata da oltre 30 anni nella produzione di oli e aceti e presente oggi in oltre 120 paesi nel mondo, partecipa alla nuova edizione di Identità Golose con le eccellenze della Linea Gourmet, come gli Extravergini Regionali, le Monocultivar e l’Aceto Balsamico di Modena, e Frienn, l’innovativo olio di girasole altoleico per una frittura sana e leggera.

Per il Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia il 2017 è e sarà un anno speciale: si festeggia il 190esimo anniversario dalla fondazione. Dal 1827 la famiglia Mela produce, infatti, sulle colline dell’entroterra Imperiese, nel frantoio di proprietà. Lunedì 6 marzo, alle 14, Luca Marchini, chef de L’Erba del Re di Modena e neopresidente JRE Italia, propone, nello stand del Frantoio, alcuni piatti che vedranno l’olio protagonista.

La famiglia Muraglia produce in Puglia olio extra vergine d’oliva da 5 generazioni. L’olio è estratto a freddo nel frantoio di famiglia dalle olive coltivate nella nostra azienda agricola. Alla tradizione e storia che accompagna i prodotti del Frantoio Muraglia, si è associata una forte vocazione e attenzione al packaging dei prodotti.

Nella Masseria Schinosa da oltre trecento anni si fa olio extravergine di oliva. Maria Francesca e Ludovica Di Martino hanno ereditato dai propri avi e dalla Masseria Schinosa questa esperienza, insieme all’amore per la terra e per gli olivi di Puglia. Terra rossa vicina al mare, clima asciutto d’estate e mite d’inverno. Oltre 28.000 olivi, quasi tutti secolari, un paesaggio intatto, ricco di energia e di serenità. Gli oliveti sono condotti con le più moderne tecniche colturali e nella produzione dell’olio extra vergine di oliva si incontrano e si fondono tradizione ed innovazione.

Alle porte di Sassari, in zona denominata Prato Comunale, si estendono gli antichi uliveti dei Fratelli Pinna, in grado di produrre uno dei migliori oli della Sardegna. Quest’olio, chiamato “Antichi Uliveti del Prato”, dal nome del luogo, deriva dalla spremitura di olive della varietà bosana. I fratelli Pinna non si fermano alla produzione di olio ma se ne servono anche per la creazione di vere e proprie sfiziosità sott’olio. Tra le novità il tonno rosso di Carloforte in olio extra vergine denocciolato. Con la linea Eticalimenta c’è una selezione di grandi prodotti della Sardegna tra i quali il pane guttiau e la fregola.

Il frantoio Sommariva produce da oltre 100 anni olio extravergine d’oliva da olive della varietà Taggiasca, Pignola, Merlina e Colombaia, coltivate nell’azienda agricola di famiglia. Nell’azienda agricola, a conduzione biologica dal 1972, si producono inoltre basilico, rucola, carciofi e pomodori che, nel laboratorio di famiglia, sono trasformati in ottimo pesto genovese con basilico DOP, olive in salamoia, varie salse e conserve.

Gli indispensabili: Ais, Hoshizaki e Caraiba

Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi hanno fondato la Caraiba nel 1993

Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi hanno fondato la Caraiba nel 1993

Non possiamo dimenticarci di chi dà un grande aiuto a Identità Golose, a Milano. L’Associazione Italiana Sommelier Lombardia partecipa con i suoi professionisti, che offriranno la loro expertise ai visitatori di Identità Golose. L’aiuto dell’Ais è davvero fondamentale: professionalità impagabile, per un grande evento.

Identità Golose 2017, nonché l’evento concomitante “The WineHunter Milano”, vedono da questa edizione Hoshizaki come sponsor tecnico. Il cubetto Hoshizaki “Crescent”,  unico a poter essere utilizzato nei secchielli del vino senza aggiunta d’acqua, avrà quindi il palcoscenico più adatto a dimostrare le sue caratteristiche di durata, brillantezza e fluidità nell’accogliere bottiglie di vino e spumante/champagne, “a secco”. Hoshizaki festeggia quest’anno 70 anni dalla sua fondazione, ed è indiscusso leader mondiale per la produzione di apparecchiature per la fabbricazione, lo stoccaggio e la distribuzione di ghiaccio.

Un grazie anche a Caraiba Luxury. Alessandro Guidi e Cristina Franceschetti dal 1993 vestono le tavole dei migliori ristoranti italiani e a Identità Golose, i loro prestigiosi articoli sono utilizzati dagli chef per la presentazione dei piatti sui palchi delle sale del Congresso.

 

Redazione Newsfood.com

NOTA: Le troupe di Newsfood.com saranno presenti nei tre giorni di Identità Golose 2017, a caccia di  novità e personaggi da intervistare, anche tra gli stand.

Per segnalare novità, prenotare interviste o richiedere informazioni:
www.newsfood.com/contatti

Vedi Speciale Biofach 2017: Newsletter inviata a 85.000 iscritti

 

 

=========

Leggi Anche
Scrivi un commento