Milano – Cinquecentoquaranta giovani coppie riceveranno a breve un contributo a fondo perduto di 5.000 euro per l’acquisto della prima casa, altre 1615 famiglie hanno, invece,
tempo fino al 30 giugno 2008 per perfezionare la propria domanda con la presentazione di tutti i documenti necessari per accedere allo stesso finanziamento.

E’ quanto prevede il decreto della direzione generale dell’assessorato alla Casa e Opere Pubbliche della Regione Lombardia che approva la graduatoria definitiva delle 2.155 nuove famiglie che
hanno dimostrato di avere i requisiti per godere del finanziamento.
Rientrano nella categoria le coppie formate da soggetti di sesso diverso, che si sono sposate o che si sposeranno nel periodo 1° novembre 2006-30 giugno 2008 e che non hanno compiuto 40
anni alla data di presentazione della domanda.

«Ancora una volta Regione Lombardia – commenta l’assessore alla

Casa e Opere Pubbliche, Mario Scotti- compie un considerevole sforzo economico per sostenere le categorie che più fanno fatica ad affrontare i prezzi che impone il mercato
immobiliare».
«Fare politica per la casa – aggiunge Scotti – significa fare politica per la famiglia. Le famiglie e i giovani hanno bisogno di essere sostenuti e aiutati concretamente».
» Con la liquidazione di questi primi 2,7 milioni di euro (che entro la fine dell’anno aumenteranno quindi a 10.775.000) – conclude l’assessore – diventano circa 40.000 le giovani coppie
che dal 2000 a oggi hanno potuto beneficiare di questo importante sussidio grazie ai considerevoli sforzi fatti dalla Giunta regionale che, ad oggi, ha stanziato per questo scopo 207 milioni di
euro».