Il Consorzio dell’Asparago Verde di Altedo (BO), prodotto che gode del prestigioso marchio IGP, ha deciso di avviare una importante azione di valorizzazione ed identificazione del
prodotto: la creazione del Circuito Gastronomico Asparago Verde di Altedo.
L’iniziativa, denominata ” Asparagustando” prevede che i Ristoratori che aderiranno al Circuito si impegnino a consumare nelle stagione di produzione esclusivamente Asparago
fresco marchiato IGP, evidenziandone l’offerta nel proprio menù. Assieme a materiale di documentazione e ad un apposito espositore, il ristoratore otterrà una targhetta che
attesta l’adesione al circuito.
Questa iniziativa è particolarmente interessante e tale da promuovere intelligentemente un prodotto che si è meritato l’ambito marchio DOP, grazie alle sue ottime
caratteristiche organolettiche e gastronomiche, ma che spesso veniva confuso con prodotti di zone meno qualificati e perciò assai meno gustosi.
Ci sembra inoltre che l’aver scelto i ristoratori come ambasciatori gastronomici sia una scelta felice, perché solo il bravo artista dei fornelli sa valorizzare appieno un prodotto
gastronomico.
La I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta) è un marchio di qualità che viene attribuito ai prodotti agroalimentari per i quali una ben definita qualità dipende
dall’origine geografica, e la cui produzione, trasformazione e/o elaborazione avviene in un’area geografica determinata. L’Asparago Verde di Altedo IGP può essere coltivato
esclusivamente in 30 comuni della provincia di Bologna e 26 della provincia di Ferrara. Il disciplinare approvato dall’Unione Europea impone l’utilizzo di quattro cultivar di asparagi, di cui
la “zampa madre” è costituita dal “Precoce di Argenteuil”. La data di raccolta non può superare il 20 giugno. Ogni produttore di Asparago verde di Altedo IGP deve essere iscritto
ad un apposito Albo, e dovrà comunicare all’organismo di Certificazione accreditato la data di chiusura della produzione annuale.?Il disciplinare prescrive inoltre che solo gli asparagi
di categoria extra e prima possano fregiarsi del marchio IGP.
La Sagra offrirà presso lo stand gastronomico “Tuttasparago” (Patfrut, via Nazionale 245, Altedo – Bo), le libere elaborazioni ed interpretazioni del menù del
ristorante da parte di famosi chefs con i loro gruppi di cucina. A vivacizzare le giornate dedicate all’asparago Jam Sessions e manifestazioni sportive. Indispensabile la prenotazione
presso i ristoranti il cui elenco e il programma sono consultabili sul sito http://www.asparagoverde-altedo.it/pagine/sagre.htm.

Referente per informazioni e prenotazione:
Vinicio Bernardi
[email protected]
cell. 338.3489708 – ore 11-13 e 19-21

www.asa-press.com