Oggetto: QN Il GIORNO del 10 febbraio 2018. “A che serve l’oro di Bankitalia” di Achille Colombo Clerici
Data: 10 febbraio 2018

 


Ciclicamente riemerge, nel pensiero degli economisti, l’idea di destinare l’oro della Banca d’Italia ad operazioni di garanzia al fine di alleggerire il debito pubblico e conseguentemente ridurre la pressione fiscale.
Anche recentemente se ne e’ parlato ad un convegno in Assolombarda.

Alberto Quadrio Curzio,  quando l’oro presentava un valore molto piu’ interessante, aveva suggerito  di dar in garanzia la riserva aurea italiana per una sottoscrizione di titoli obbligazionari ad esempio di 30 miliardi (30 % del valore) da parte di fondi sovrani.
Scopo: una disponibilita’ finanziaria per far da volano alla economia, attraverso la promozione di opere infrastrutturali.

L’oro quotava sui 1800 dollari l’oncia. 80 milioni di once valevano  quasi 100 MLD di Euro.
Inutile dire che la sua rimase “vox clamantis in deserto”.
Poi l’oro e’ sceso sino ai 1140 dollari di mesi fa ed ora e’ risalito a  1340.
Recentemente e’ uscito un librino, scritto dal direttore di Bankitalia, Salvatore Rossi, che chiarisce dove si trova questo oro: in totale 2400 tonnellate, 80 milioni di once, appunto.   Per saperlo era stata persino presentata nel 2012 una interrogazione parlamentare.  Ebbene, il 55% e’ detenuto all’estero, la gran parte in USA: crediti in oro e riserva aurea e’ la voce iscritta nel bilancio di Bankitalia.  

Cosa da sapere e’ che per disporne occorre l’autorizzazione della BCE. Non possiamo decidere in casa nostra.
Andiamo dunque a discuterne a Francoforte e poi se ne riparlera’. Tenendo presente che la BCE ha gia’ dimostrato di esser poco incline a considerare l’oro un asset di Bankitalia e, tanto meno, delle banche che ne detengono il capitale.

In sintesi, l’oro della Banca d’Italia sembra avere, piu’ che la funzione di garantire la moneta o quanto meno il debito, quella di garantire l’autonomia e l’indipendenza della Banca d’Italia stessa.  Ma questo e’ un altro capitolo.
Articolo pubblicato
suNewsfood.com
su autorizzazione dell’autore
Vedi anche:

Cosa sono le riserve auree di Bankitalia e a cosa servono?

www.huffingtonpost.it/2016/12/29/riserve-oro-bankitalia_n_13879126.html

 

29 dic 2016 – Nella pancia della Banca d’Italia, nostra banca centrale nazionale, sono conservate 2.452 tonnellate di oro in lingotti e monete. Si tratta della cosiddetta riserva aurea. Ma cosa è e a cosa serveque…

Banca d’Italia – Evoluzione storica delle riserve auree della Banca d’Italia

https://www.bancaditalia.it/compiti/riserve-portafoglio-rischi/…riserve/index.html

 

Nel 1933 la riserva aurea della Banca d’Italia superava le 561 tonnellate, ma all’ ingresso in guerra, dopo consistenti cessioni, il quantitativo complessivo era sceso a 106 tonnellate. Nel 1943 l’oro di proprietà era aumentato fino a circa 121 tonnellate, ma un trasferimento di 15,8 tonnellate alla BRI riportò la riserva a 105  …

Banca d’Italia – Riserve in valuta e in oro, portafoglio di investimento e …

https://www.bancaditalia.it/compiti/riserve-portafoglio-rischi/index.html

 

La Banca d’Italia amministra le riserve ufficiali del Paese e, come altre banche centrali nazionali (BCN) dell’Eurosistema, parte di quelle della Banca Centrale Europea (BCE). Le riserve ufficiali contribuiscono a sostenere la credibilità del Sistema europeo di banche centrali (SEBC) e possono essere utilizzate per interventi …

A cosa serve l’oro delle banche centrali | T-Mag | il magazine di Tecnè

www.t-mag.it/2017/02/14/a-cosa-serve-loro-delle-banche-centrali/

 

14 feb 2017 – Nel 2016 la Bundesbank – la banca centrale tedesca – s’è data un gran da fare, ‘ rimpatriando’ 216 tonnellate di oro in suo possesso e custodite, fino ad oggi, a New York e Parigi. Nell’ultimo triennio sono tornate in Germania diverse tonnellate d’oro (37 nel 2013, 120 nel 2014 e 210 nel 2015).

Ma di chi sono le riserve auree della Banca d’Italia? | La Finanza sul …

www.lafinanzasulweb.it/2013/ma-di-chi-sono-le-riserve-auree-della-banca-ditalia/

 

Valutazione: 4,6 – ‎20 voti

9 gen 2013 – Ed era evidente che se le riserve auree sono dello Stato, e non della Banca d’ Italia, lo Stato che vuol tassare sé stesso sarebbe stata cosa assurda. … Paradossalmente – Cicero pro domo sua- evitava così di pagare la tassa sulla plusvalenze negando che l’oro fosse suo, cioè della Banca d’Italia. La realtà …

Ora Sappiamo Dove è L’Oro della Banca d’Italia (Grazie all’M5S …

https://www.rischiocalcolato.it/2014/…/sappiamo-dove-banca-ditalia-grazie-allm5s.ht…

 

6 apr 2014 – L’oro è della Banca d’Italia. Non è dello Stato (e quindi dei cittadini) e tantomeno dei partecipanti privati al capitale, che sulle riserve non possono vantare alcun diritto (cosa che, unico elemento positivo, è stata specificata anche nel discusso decreto IMU – Bankitalia). Ci è stato specificato che è impossibile …

Redazione Newsfood.com