Fino al 26 maggio si svolge a Genova la seconda edizione di Energethica, salone dell’Energia rinnovabile e sostenibile, che vede oltre 250 espositori italiani ed esteri presentare un’ampia
gamma di soluzioni concrete sull’energia sostenibile con particolare attenzione al ruolo del risparmio energetico nell’edilizia, della bioedilizia, delle biomasse come fonti energetiche e
dell’efficienza in applicazioni sia pratiche sia progettuali.

L’assessore regionale all’Ambiente, Nicola de Ruggiero, è intervenuto oggi, nell’ambito del convegno “Energia e sostenibilità ambientale. L’esperienza della Liguria nel quadro
nazionale”, alla tavola rotonda sul tema “Le politiche energetiche nazionali nel panorama internazionale”, parlando delle iniziative piemontesi, tra cui spicca la nuova legge regionale che
attua la direttiva comunitaria 2002/91/CE, recepita dall’Italia con il Dlgs 192/05 che detta criteri, condizioni, modalità per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici
al fine di favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l’integrazione delle fonti rinnovabili e la diversificazione energetica.

“La nuova legge si inserisce in un quadro – ha sostenuto de Ruggiero – che interagisce anche con le disposizioni regionali che sono state adottate per il miglioramento della
qualità dell’aria per la parte relativa al riscaldamento degli edifici. Si tratta, anche con gli incentivi in corso per adeguare in modo ottimale i sistemi di riscaldamento e di
condizionamento ambientale degli edifici, di un’azione coordinata che potrà contribuire in maniera determinante al raggiungimento degli obiettivi che l’Unione Europea ci
chiede per un clima ambientale in linea con Kyoto”.

La presenza a Genova di de Ruggiero è servita anche per sottolineare gli stretti legami esistenti oggi tra Piemonte e Liguria, oggi d’attualità nel dibattito della politica
nazionale: “Possiamo condividere prospettive importanti nel settore delle aree protette – ha aggiunto l’assessore, che ha anche la competenza regionale sui parchi – penso
all’esperienza ligure in fase di attuazione sulle Alpi Liguri al confine con il nostro parco dell’Alta Valle Pesio, una linea amministrativa che, nell’ambito della protezione
del territorio, può diventare un momento di unione operativa e gestionale. Non possiamo dimenticare inoltre l’azione coordinata per l’uso del territorio e della risorsa
acqua”.
La Regione Piemonte è presente ad Energethica con uno stand dove presenta, oltre al nuovo assetto energetico per l’edilizia definito dalla normativa regionale, le iniziative messe
a punto in questo settore:

– l’inserimento nel Documento di programmazione strategico-operativa 2007-2013 di una priorità dedicata alla sostenibilità ambientale e all’energetica suddivisa in diverse linee
progettuali: promozione di fonti energetiche rinnovabili (fotovoltaico, solare termico, eolico, biocombustibili, biogas, idroelettrico, idrogeno), adozione di processi e tecnologie finalizzate
all’efficienza e al risparmio energetico., gestione del ciclo dell’acqua e valorizzazione delle risorse idriche, difesa del suolo e assetto idrogeologico, promozione di aree industriali
ecocompatibili (inclusa la bonifica e il riuso dei siti degradati e/o dimessi), conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale, gestione e valorizzazione delle risorse forestali,
rivitalizzazione del sistema fluviale del Po e dei suoi affluenti;
– la previsione del Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo dell’integrazione degli obiettivi di innovazione e di riduzione delle emissioni climalteranti, per contribuire al
raggiungimento degli standard definiti a Kyoto mediante una maggiore efficienza nell’utilizzo delle risorse naturali, l’ampliamento della produzione di energie rinnovabili, la diversificazione
delle fonti energetiche, la riduzione dei consumi energetici attraverso interventi di razionalizzazione dei processi produttivi.

www.regione.piemonte.it