Con il cocktail della casa che ha battuto tutti i record, costando ben 800 sterline (circa 1.200 euro), il Gilt Champagne Lounge, all’interno del Jumeirah Carlton Tower di Londra
(jumeirahcarltontower.com), ha recentemente aperto i battenti.

Arredato come una gioielleria superlusso, con tinte che vanno dall’oro al crema e dall’avorio al cioccolato, il Gilt sembra una lussuosissima suite di un albergo a sette stelle brillante di
riflessi dorati. Tutt’intorno “pareti” in vetro di Murano animate da più di 4.500 bollicine di diversi colori e ispirate naturalmente dall’effervescenza della dorata bevanda, al cui
culto è dedicato il locale.

A illuminare la scena, un incredibile lampadario fatto di oltre 140 bolle
di vetro disegnato dalla scultrice americana Suzan Etkins. Il pezzo forte è però il bar centrale, interamente foderato di pelle e retroilluminato da punti luce suadenti
organizzati dal designer francese Maurice Brille.

Il Gilt è specializzato nei cocktail a base di Champagne e ne offre di tutti i tipi, alcuni davvero unici, a prezzi a dir poco sontuosi. A partire dal “When Louis meets Louise”, che
sposa il Cognac (Louis XIII°) allo speciale Champagne Pommery Cuvée Louise Blanc (1998), completato con zucchero aromatico e angostura. Il drink è servito in due speciali
calici di cristallo Moser, realizzati a mano nella Repubblica Ceca, che, alla fine della serata, sono confezionati e regalati agli ospiti.

In lista anche una selezione di esclusivi Champagne Pommery, alcuni proposti anche al calice, Millesimati, Blanc de Blanc o solo da uve pinot nero. Non manca il food con piattini ricchi di vere
prelibatezze: teriyaki di salmone, maki di granchio e aragosta con salsa di cocco e limone, tempura di gamberi, foie gras e caviale (specialità Royal Beluga e Sevruga) proposto con i
classici blinis e sour cream

www.puntobar.com