A Nonantola il 28 settembre torna il Premio Gino Friedmann

A Nonantola il 28 settembre torna il Premio Gino Friedmann

Anche quest’anno a Nonantola, in provincia di Modena, torna l’appuntamento con il vino cooperativo: il Premio Gino Friedmann, in onore del padre fondatore della Federazione Nazionale delle Cantine Sociali. L’evento, giunto alla sua settima edizione, si svolgerà sabato 28 settembre ed è stato organizzato come da tradizione dall’associazione culturale “ÆMILIA Storie di territori e di comunità”.

Oggi la cooperazione vitivinicola, con le sue 480 cantine, produce il 58% di tutto il vino italiano. Da sola fattura più di un terzo, 2 dei 6,2 miliardi, del valore dell’export dei vini tricolori. Dati e numeri raccontano l’importanza economica, produttiva, occupazionale, dei “vini sociali”. Vini buoni, spesso molto buoni, figli di una filiera produttiva tipicamente italiana, in grado di esprimere un modello di lavoro, produzione e presenza sul mercato, nato nel nostro Paese nei primi del ’900. Un modello che esprime una visione sociale e culturale di solidarietà, mutualismo e profondo legame con il proprio territorio.

Quest’anno la giuria composta da sommelier AIS, esperti del settore, critici enogastronomici, capitanati da una delle firme del giornalismo di settore, Giorgio Melandri, ha preso in esame 50 etichette, di 10 cantine sociali di 4 differenti regioni.

Un viaggio tra differenti territori in cui trovano posto vitigni quali: Sangiovese, Bonarda, Gutturnio, Lambrusco, Pinot Nero, Riesling, Ortrugo, Malvasia, Trebbiano, Sylvaner, Gewurztraminer. Saranno loro a contendersi “l’Oscar” 2019 in quattro differenti categorie: “Gran Premio Gino Friedmann” al vino primo classificato assoluto; Premio “tradizione” ai 3 vini più fedeli alla tradizione; Premio “quotidiano” ai 3 vini interessanti nel rapporto qualità/prezzo; Premio “territorio” ai 3 vini rappresentativi del loro territorio.

La consegna dei riconoscimenti è in programma a Nonantola, sabato 28 settembre, durante la tradizionale sagra “Sòghi, Saba, Savòr” (giardino palazzo della Partecipanza Agraria di Nonantola).

Leggi Anche
Scrivi un commento