Abbronzarsi senza scottature, i consigli della Lilt

Abbronzarsi senza scottature, i consigli della Lilt

Esporsi al sole fa sicuramente bene alla salute, ma con gradualità e nelle giuste dosi. Secondo numerosi studi scientifici, infatti, le ustioni solari, soprattutto in età infantile e giovanile, aumentano il rischio di sviluppare i tumori della pelle,come il melanoma. Senza contare che se il melanoma è già presente, ma non ancora diagnosticato, la malattia diventa più aggressiva.

Stando ai dati della Lilt – Lega Italiana per la lotta contro i tumori, il melanoma colpisce maggiormente gli uomini (7.300 casi all’anno) rispetto alle donne (6.700), Inoltre il 20% dei nuovi casi di melanoma in Italia si riscontra in pazienti tra i 15 e i 39 anni. Il dato più preoccupante però riguarda gli adolescenti, che secondo una recente ricerca ben il 39% non mette mai la crema solare.

Quali sono quindi le regole della buona prevenzione e di una corretta esposizione solare? La prima in assoluto è di evitare l’esposizione eccessiva e le conseguenti scottature, soprattutto se si ha un fototipo I o II. Altrettanto importante è esporsi in modo graduale e mai durante le ore centrali della giornata (tra le 11 e 15).

È fondamentale usare anche indumenti e accessori per proteggersi dai danni del sole, come cappello preferibilmente dotato di visiera, camicia o maglia di cotone e occhiali da sole con filtro UV 100%. Alcune sedi del corpo, infatti, sono più a rischio di scottature, come naso, labbra, orecchie, collo, spalle e cuoio capelluto.

Un altro aspetto da non trascurare è l’applicazione delle creme solari adeguate al proprio fototipo con filtri per raggi UVA e UVB. Chi appartiene al fototipo 1 (capelli biondi o rossi con pelle molto chiara) si scotta facilmente ed è importantissimo proteggere la pelle utilizzando una crema solare SPF 50+. Chi appartiene al fototipo 2 (capelli biondi o castani con pelle chiara) si abbronza poco e si scotta facilmente. In questo caso è consigliabile iniziare con una crema solare SPF 50+ e poi passare a un SPF 30. Chi appartiene al fototipo 3 (capelli biondo scuro o castano chiaro, con incarnato medio e pelle sensibile) si abbronza gradualmente e si scotta raramente. In questo caso è consigliabile una protezione SPF 25.

Chi appartiene al fototipo 4 (capelli castani o bruni con pelle olivastra) si abbronza rapidamente e si scotta di rado. In questo caso basta una protezione SPF 20, diminuendo gradualmente il fattore di protezione man manco che ci si espone al sole. Per chi appartiene al fototipo 5 (capelli neri o castano scuro e carnagione olivastra), quindi non si scotta quasi mai e si scurisce immediatamente, è sufficiente una crema solare SPF 10. Infine, per il fototipo 6 (capelli scurissimi o neri e pelle scura) che non si scotta mai basta una crema solare SPF 6.

La crema, chiaramente, va applicata più volte durante l’esposizione e per quanto riguarda i bambini, fino a 1 anno è sconsigliata l’esposizione solare diretta.

Leggi Anche
Scrivi un commento