La Pasqua presso il Golf Club Garlenda, si è tenuta all’insegna dell’Aceto Balsamico di Modena.
Infatti il 4° appuntamento con il trofeo dedicato all’Oro Nero di Modena, come ormai da tradizione in questi cinque anni, è stato anticipato dalla consueta cena a tema del
venerdì.
Cena che ha magistralmente unito il prezioso condimento modenese con il tipico menù dl Venerdi Santo.
Così la cucina del ristorante ha permesso di assaggiare crudite di pesce al gusto balsamico, risotto di zucca intrisa del 4 foglie Acetum e così via fino al dessert dove le
fragole al balsamico concludevano questa particolare cena.

Il sabato mattina la giornata si avviava con tutti i
presupposti per esprimere le potenzialità di una dedicata al Golf & Food.
I giocatori erano accolti al ritiro degli score dai gustosissimi Amaretti di Modena, che per tradizione morbidi, addolcivano le partenze più mattiniere.
L’appuntamento fisso di questo torneo presso il circolo ligure, non è più un incontro con dei giocatori di golf, ma l’incontro con degli amici. Tanto che ormai di casa, sapevano
già tutto su quello che li avrebbe aspettati al loro ritorno dopo le 18 buche, e chi aveva scelto una partenza meno mattiniera, aveva avuto modo di effettuare i primi assaggi.
E così il Parmiggiano intriso di Aceto Balsamico 4 foglie si prestava a caricare di energia sia chi di partenza e chi era di ritorno.
I primi arrivi, nell’attesa gli fossero preparate le tigelle, avevano di che sbizzarrirsi con gli antipasti, dopo il Parmigiano e il Balsamico, la Salamella Passita, e il Salame prodotti dalle
trafilature dei migliori prosciutti, e poi le Greppole il tutto innaffiato dall’ottimo Lambrusco di Sorbara. La tigella ormai pronta, veniva offerta fumante e nell’aria spandeva il profumo del
battuto di lardo appositamente preparato per questi eventi, attirando l’attenzione anche di chi non si era potuto iscrivere.
Poi, veniva versato il Grasparossa, il Lambrusco di Castelvetro che con la sua schiuma color rubino si prendeva i complimenti dei commensali.
Pulito il palato la torta barozzi si conquistava gli apprezzamenti del pubblico.
Toccava al Nocino comen nella più tipica tradizione modenese chiudere il banchetto.

Alle 18.00 le premiazioni, ed i ringraziamenti della Sig.ra Beatrice Kielland vice presidente del circolo ripagavano lo staff della Golf & Food per la giornata dedicata al Gusto
Balsamico.
Veniva premiato come vincitore della GOLF & FOOD CUP con una spendida cesta ricca di gustose lecornie modenesi il Sig. Gianandrea Persenda con 38 pts.
I vincitori delle preziose bottigliette di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena di 25 anni di invecchiamento sono:
Michele Scofferi (40), Luigi Giuffrida (39) Giancarlo Missaglia (41) Augusto Passadore (32) nelle rispettive categorie.
I secondi classificati che si aggiudicano le bottiglie di tradizionale Affinato, invecchiato 12 anni sono, Alfredo Gramigna (37), Roberto Stella (37), Davide Zanni (38) nelle rispettive
categorie.

Ancora una volta il trofeo di golf dedicato all’Oro Nero di Modena è stato utile veicolo di propaganda dei prodotti tipici, ed ha portato la conoscenza sulle particolari produzioni e
utilizzi di quelle eccellenze enogastronomiche che altrimenti molti non saprebbero della loro esistenza.

www.golfandfood.it