Ecco giunti alla fine della prima fase di appuntamenti, dell’ACETUM BALSAMIC GOLF TROPHY.

Il trofeo dedicato all’Oro Nero di Modena, con la tappa al Golf Club Le Fonti si prende una pausa, in attesa della tappa conclusiva a Modena il 29 settembre prossimo.

Ha viaggiato per tutto il centro-nord Italia facendo conoscere le tipicità modenesi, capitanate dall’Aceto Balsamico di Modena nelle particolarità Tradizionale, invecchiato 12 e
25 anni e il Balsamico di Modena contraddistinto dalla simbologia creata dall’Associazione A.I.B., delle foglie di vite. Infatti le bottiglie di Balsamico di Modena mostrano una piccola e
colorata striscia sulla propria etichetta: tale striscia presenta un cappello da chef con un numero variabile (da 1 a 4) di foglie di vite sullo stesso; il numero di foglie e il colore della
striscia indicano al consumatore in modo semplice, diretto ed efficace, il livello di qualità che essi stanno per acquistare ed il miglior utilizzo culinario.

Il Parmigiano-Reggiano 24 mesi di stagionatura prodotto da Agricoltura Biologica ha un colore giallo intenso. Appena grattato e subito odorato offre un profumo burroso e saporitissimo di
freschissimo latte. Il gusto è di incredibile potenza e cremosa dolcezza.

Solo vinificando direttamente le uve prodotte e seguendo la tradizione con il controllo costante di tutto il ciclo vitivinicolo, dalla cura dei filari di vite, alla vendemmia fino alla
vinificazione ed all’imbottigliamento, si possono ottenere delicati profumi e morbidi “bouquet”. Cosi si ottiene il Lambrusco, che incontra da sempre il massimo apprezzamento.Lambrusco
Grasparossa e Lambrusco di Sorbara non solo usuali vini da pasto, ma piccoli capolavori di enologia che stuzzicano i palati degli intenditori per il brio, il gusto e l’effervescente
vitalità.

Le Carni per i salumi della tradizione partono dal metodo di allevamento e dalle speciali cure a base di prodotti di erboristeria, valorizzati dai cereali pregiati della nostra campagna, senza
utilizzo di antibiotici come promotori della crescita. L’esperienza e l’abilità dei migliori salumieri ci permettono così di portare sulle vostre tavole i Salami e le Salamelle
che provengono solamente dalle rifilature dei prosciutti accuratamente macinate, presentando l’aspetto granulometrico rustico e tradizionale. Greppole, Pancetta, Lardo, Zamponi, Cotechini,
Coppe, Culatello ed il Prosciutto di Modena sono un’armonia di sapori costanti nel tempo.

Fra i dolci tipici, gli Amaretti di Modena hanno conservato nel tempo le caratteristiche di genuinità e fragranza delle “cose fatte in casa”. Si tratta di deliziosi pasticcini, inventati
circa cent’anni or sono, a base di mandorle, caratterizzati da un accattivante sapore dolce-amaro e da un invitante profumo. Risultano ben cotti e friabili all’esterno, ma racchiudono
all’interno una pasta morbida delicata. Altro dolce proveniente da un’alchimia segreta di sapori e profumi, da ingredienti che non sono sconosciuti o introvabili, è la Torta Sbarozzina:
solo l’equilibratissimo dosaggio, l’abilità nella lavorazione delle materie prime di altissima qualità ed una grande attenzione nella fase finale della cottura fanno ne fanno un
peccato di gola che almeno una volta nella vita bisogna commettere.

Alla fine di ogni tavolata, come nella migliore tradizione modenese, non può mancare il Nocino di Modena: limpido, di colore bruno scuro, di odore intenso con sentore di noce e sapore
aromatico, gradevole e persistente, tipico della noce non ancora matura e che la tradizione vuole vengano raccolte il 24 giugno, giorno di San Giovanni Battista ancora avvolte nella rugiada del
mattino.

Ecco cosa preparava la tenda ospitalità organizzata da Golf & Food, all’arrivo di ogni giocatore. Ed ogni giocatore ha gradito un così gustoso arrivo decretando il successo
del trofeo dedicato all’Oro Nero di Modena.

www.golfandfood.it