Activia e Actimel: Danone si autocensura prima di essere sanzionata dall’Efsa?

Activia e Actimel: Danone si autocensura prima di essere sanzionata dall’Efsa?

Danone ha annunciato di aver ritirato la propria domanda di autorizzazione, presso l’Autorita’ europea sulla sicurezza alimentare (Efsa), per i prodotti Activia e Actimel, e che modifichera’ in
tutta Europa la sua pubblicita’ impostata sui supposti benefici per la salute dei propri prodotti.

L’azienda ha deciso il ritiro della domanda in attesa di nuovi criteri dell’Efsa in materia e, probabilmente, per evitare di dover sospendere la propria pubblicita’ dopo che gia’ a febbraio
l’Efsa aveva esternato dei dubbi sulla medesima pubblicita’ e dopo che, sempre l’Efsa, ha preannunciato un nuovo intervento nelle prossime settimane.

Intanto verra’ modificata in tutta Europa la pubblicita’ di Activia e Actimel, modifiche gia’ fatte in Francia: non saranno piu’ messi in primo piano i benefici per la salute nel consumo dei
propri prodotti; si tratterebbe degli effetti dell’immunofortis, una miscela di prebiotici inseriti negli alimenti per bambini che dovrebbero rinforzare il loro sistema immunitario. Le prove di
questi benefici, secondo l ‘Efsa, sarebbero insufficienti.

Nello scorso ottobre Danone era stata sanzionata dall’agenzia britannica sul controllo della pubblicita’ (Asa) per uno spot sullo yogurt Actimel in cui si affermava come “scientificamente
dimostrato che Actimel aiuta a sostenere le difese naturali dei vostri bimbi”.

Aduc.it
Redazione Newsfood.com+WebTV

Related Posts
Leave a reply