L’Inpdap, con nota operativa n. 3 del 17 gennaio 2007, ha fornito i primi chiarimenti sulle novità introdotte dalla Finanziaria 2007.
In particolare l’Istituto ha stabilito, comma per comma, le nuove procedure e le nuove norme, di cui riportiamo gli elementi più rilevanti:
– comma 63: le direzioni territoriali dovranno richiedere il codice fiscale dei destinatari degli assegni periodici corrisposti dall’ex coniuge;
– comma 142: nel 2007 l’Inpdap sommerà sui trattamenti pensionistici le trattenute del saldo relative all’anno 2006 con quelle dovute a titolo di acconto per l’anno 2007;
– comma 469: il ricorso contro i provvedimenti pensionistici potrà essere presentato al Comitato di Vigilanza entro 30 giorni dalla notifica dell’atto, mentre per i provvedimenti
concessivi di pensione il termine è fissato nel 16 di ogni mese (ovvero il giorno di ricezione del pagamento della prestazione);
– commi 755-756: dal 1 gennaio 2007 sarà istituito il Fondo per l’erogazione ai lavoratori dipendenti del settore privato dei trattamenti di fine rapporto;
– comma 769: la quota a carico del lavoratore dell’aliquota contributiva per gli iscritti all’assicurazione generale obbligatoria e alle forme sostitutive aumenta dello 0,3%;
– commi 789- 790: la finanziaria prevede il riscatto dei periodi di aspettativa per motivi familiari. In alternativa gli interessati possono ottenere l’autorizzazione ai versamenti volontari
nel fondo pensionistico di appartenenza.

INPDAP, Nota operativa n. 3/2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf