Africa: scoperto Lujo, nuovo virus mortale

Africa: scoperto Lujo, nuovo virus mortale

Il campionario dei virus dell’Africa si arricchisce di un nuovo pericoloso soggetto: Lujo un agente patogeno portatore di una febbre emorragica (simile a quella del virus Ebola) mortale
nell’80% dei casi.

A scoprirlo, il dottor Nivesh Sewlall, che ha reso pubblici i suo studi durante la conferenza annuale sugli agenti antimicrobici e la chemioterapia (Icaac), svoltasi questo weekend a San
Francisco.

Il dottor Sewall racconta di aver individuato il virus nel 2008.

Quell’anno una guida turistica di Lusaka, nello Zambia, era stata trasportata in gravissime condizioni all’ospedale di Johannesburg, nel Sudafrica, dove il medico esercita. Colpita da una
malattia sconosciuta, la donna era morta ed aveva infettato altri membri del personale sanitario prima che la squadra medica che l’aveva in cura (il dottor Sewall ed i colleghi
dell’università di Witwatersrand, a Johannesburg) capissero di avere di fronte un nuovo cliente.

Dai rapporti medici, Lujo (chiamato così dalla prime sillabe dei luoghi coinvolti, cioè Lusaka e Johannesburg) provoca febbre, dolori muscolari, eruzioni cutanee e violente
scariche di diarrea. La morte sopraggiunge principalmente per insufficienza degli organi interni, fegato in prima fila.

Il dottor dottor Sewall evidenzia come il virus si sia rivelato vulnerabile a trattamenti d’urto, a base di ribavirina, il farmaco utilizzato contro l’epatite C e B; anche nel caso in cui il
paziente sia sopravvissuto, però, la guarigione e stata molto lunga.

Al momento, i medici ignorano le modalità di trasmissione del patogeno, ma sull’esempio di altre febbri emorragiche, tendono ad imputarla a secrezioni corporali del malato, come il
sangue.

Matteo Clerici

Related Posts
Leave a reply