Udine – Il Friuli Venezia Giulia ha partecipato alla settantaquattresima Fiera internazionale dell’Agricoltura, che si è svolta a Novisad, in Serbia.

In un padiglione appositamente riservato, venti aziende della filiera regionale del settore rurale hanno presentato impianti, prodotti e macchinari per la lavorazione dei cereali e delle altre
produzioni agricole, nonché per l’imbottigliamento dei vini e per l’imballaggio.

In tale occasione, una delegazione della quale facevano parte gli assessori regionali alle Relazioni Internazionali, e alle Risorse Agricole, Naturali, Forestali e Montagna, ha preso parte a un
convegno che aveva per tema il sistema agricoltura del Friuli Venezia Giulia in quanto esperienza efficace ed elemento cardine per la valorizzazione della cooperazione transnazionale nell’area
adriatico – danubiana.

Un ruolo ben definito nel contesto dell’azione volta allo sviluppo, che è in corso di attuazione tra l’Amministrazione e la Provincia serba della Vojvodina.

Questo convegno ha anche consentito di illustrare la politica del Friuli Venezia Giulia per il settore primario, nonchè il coinvolgimento dei produttori nella collaborazione con i Paesi
emergenti.

Nel corso dei lavori sono quindi state presentate le nuove linee di credito cooperativo predisposte dall’Italia, e finalizzate a favorire l’acquisto di macchine agricole.

Gli imprenditori e i rappresentanti del mondo cooperativo del Friuli Venezia Giulia, che erano presenti all’esposizione di Novisad, grazie all’impegno di Informest (gestisce uno sportello
informativo in loco), hanno avuto modo di confrontarsi direttamente con i colleghi della realtà locale per l’avvio di un proficuo scambio di contatti e di eventuali iniziative.

A conclusione della visita, l’assessore alle Relazioni internazionali si è incontrato con il Presidente della Provincia autonoma della Vojvodina per affrontare i temi dell’integrazione
economica all’interno dell’Unione Europea, ma anche per analizzare i contenuti di un protocollo d’intesa che sarà siglato prossimamente tra il Friuli Venezia Giulia e la realtà
danubiana.

Carlo Morandini

www.regione.fvg.it