Treviso – Il Presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, preoccupato per le notizie circolanti in merito alla possibile cessione della Mionetto SpA alla ditta di Trento
CAVIT, ha contattato quest’oggi l’attuale proprietario della azienda di Valdobbiadene per avere una conferma o una smentita delle ‘voci’.

“Abbiamo sentito il presidente Zanin e abbiamo avuto assicurazioni che non sono in corso trattative di cessione” ha commentato il Presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro.

“Resta comunque alta la guardia dell’Amministrazione provinciale sulla vicenda. Posso rassicurare i trevigiani che la Provincia continuerà ad interessarsi dell’azienda di Valdobbiadene
perché la posta in gioco è alta. Parlo delle100 maestranze e dei 150 lavoratori del settore commerciale che attualmente sono impiegati nella ditta. Senza contare il fatto che
dobbiamo tutelare un Marchio trevigiano conosciuto ormai in tutto il mondo da intromissioni esterne.” – ha continuato il Presidente Muraro – “La Cavit è abituata allo shopping nel
Nordest, forte alle spalle di una regione a Statuto Autonomo che grazie alle innumerevoli possibilità economiche sostiene le proprie aziende senza penalizzarle con una forte pressione
fiscale.
Ed è proprio che in questi casi che le Istituzioni della Marca devono entrare in campo a sostegno dei nostri imprenditori e a tutela del patrimonio provinciale: la Mionetto SpA fu
fondata a metà dell’ottocento dalla famiglia omonima e solo da alcuni anni è di proprietà dell’imprenditore Aldo Zanin di Montebelluna. L’azienda rappresenta uno degli
esempi più noti del made in Treviso ed anche per questo auspico la massima attenzione da parte di tutti gli attori del territorio.”