Al Palazzo della Regione di Verona il 1° “OperaWine”

Al Palazzo della Regione di Verona il 1° “OperaWine”

E’ stato fissato per sabato 24 marzo del prossimo anno il 1° “OperaWine” al Palazzo della Regione di Verona, cioè il giorno prima della inaugurazione del “Vinitaly”,
giunta come si ricorderà alla sua 46.a edizione.

“Operawine”, molto importante sotto il profilo economico e dell’immagine produttiva enologica italiana, sarà preceduta, al mattino da due incontri coi buyer e i commercianti statunitensi
e cinesi con i nostri produttori di vino.

“OperaWine” è stata promossa da Veronafiere che per l’occasione si è avvalso della collaborazione della prestigiosa rivista americana “Wine Spectator” (3 milioni di lettori) per
presentare 100 tra i nostri più prestigiosi vini, spaziando dal Sud Tirolo alla Sicilia, alla Sardegna ognuno dei quali con funzioni di rappresentanza del proprio territorio, della sua
storia e della cultura.

Da qui l’importanza che viene ad assumere -come ha tenuto a sottolineare il Presidente di Veronafiere Ettore Riello nella presentazione ai media ed agli altri invitati- il Gran Tasting
“Finest Italian Wines:100 Great Producers” invitando la prestigiosa rivista americana che con un’ampia documentazione farà la storia di ognuna delle 100 etichette con notevoli
vantaggi per l’immagine del vino italiano legato profondamente al territorio.

Nomi di vini prestigiosi come l’Antinori”, “Barone Ricasoli”, “Castello Banfi”, “Donnafugata”, “Gaia”, Argentieri”, “Gancia” e gli altri figurano nella lista dei selezionati, ognuno con una
storia e una specificità unica in grado di offrire una panoramica del nostro territorio e delle risorse che nessuna recessione potrà cancellare.

Questo è anche il valore, che in questo particolare momento, viene ad assumere “OperaWine”.

Informazioni: www.veronafiere.it

Bruno Breschi
Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply