Al via a Torino il Processo sull'eredità di Gianni Agnelli

Si è aperto oggi al tribunale civile di Torino il processo sull’eredità di Gianni Agnelli promosso dalla figlia Margherita che chiede alla magistratura italiana il preciso
rendiconto dei lasciti del padre, per questo Margherita Agnelli Phalen ha citato in giudizio l’avvocato di famiglia Franzo Grande Stevens e il presidente dell’Ifil Gianluigi Gabetti, indicati
come i gestori del patrimonio dell’avvocato, oltre al commercialista svizzero Siegfried Maron e alla madre, Marella Agnelli Caracciolo.

Nessuno di loro era presente in aula. Il giudice si è riservato di decidere sulla competenza territoriale sollevata dai difensori visto che sia la vedova dell’avvocato che il
commercialista Maron risiedono in Svizzera. Nel 2004, un anno dopo la morte di Gianni Agnelli, la promotrice della causa siglò con la madre un accordo per la spartizione
dell’eredità nel quale, secondo Margherita Agnelli, non erano stati considerati tutti i beni del padre.

Leggi Anche
Scrivi un commento