Più di mille iniziative su tutto il territorio nazionale per ottenere tre milioni di voti a favore di una agricoltura di qualità e libera da OGM. Con questo obiettivo la
Coalizione “ItaliaEuropa – Liberi da OGM” ha promosso dal 15 settembre al 15 novembre in tutto il Paese la prima Consultazione Nazionale su OGM e modello agroalimentare, esperienza inedita in
Italia e in Europa. In centinaia di convegni, dibattiti, degustazioni di prodotti tipici e mostre-mercato, i cittadini italiani possono votare in una apposita scheda (simile a quella utilizzata
in Italia per i referendum) per un modello agroalimentare di qualità, rispettoso dell’ambiente e del clima e, soprattutto, libero da organismi geneticamente modificati. Si può
votare anche on line, all’indirizzo www.liberidaogm.org.

Un primo bilancio dell’iniziativa sarà tracciato il 3 ottobre alle ore 11.30 presso la Sala stampa dell’Associazione Stampa estera, da Mario Capanna, Presidente della Fondazione Diritti
Genetici, fra le organizzazioni promotrici della Coalizione. Leader del movimento studentesco nel ’68, Capanna è oggi scrittore, apicoltore, coltivatore diretto.

La Coalizione “ItaliaEuropa – Liberi da OGM” è costituita dalle maggiori organizzazioni italiane degli agricoltori, della moderna distribuzione, dell’artigianato, della piccola e media
impresa, dei consumatori, dell’ambientalismo, della scienza, della cultura, della cooperazione internazionale, del volontariato e delle autonomie locali – ACLI, ADOC, ADUSBEF, AIAB, ALPA,
ASSOCAP, AVIS, CIA, CIC, CITTA’ DEL VINO, CNA, CODACONS, COLDIRETTI, CONFARTIGIANATO, COOP, COPAGRI, FEDERCONSUMATORI, FOCSIV, FONDAZIONE DIRITTI GENETICI, GREENPEACE, LEGAMBIENTE, LIBERA, RES
TIPICA, SLOW FOOD, VAS, WWF – riunite insieme per la prima volta, in rappresentanza di più di dieci milioni di soci.