Al via Puliamo il Mondo di Legambiente

Al via Puliamo il Mondo di Legambiente

Comincia domani con la partecipazione massiccia delle scuole il fine settimana di Puliamo il Mondo, l’edizione italiana dell’annuale Clean Up the World, in calendario per il 28, 29 e 30
settembre in tutta Italia.

La campagna organizzata da Legambiente è dedicata alla rimozione dei rifiuti abbandonati nelle nostre città, e non solo. E’ un’azione simbolica ma estremamente concreta, che
mobilita cittadini di tutte le età, scuole e amministrazioni locali, per ripulire parchi, giardini, strade e piazze, per recuperare spazi abbandonati e aree degradate, per promuovere il
corretto smaltimento dei rifiuti e l’attenzione al territorio. Quest’anno sarà anche l’occasione per srotolare lo striscione “No alla repressione in Birmania” e rilanciare l’appello di
Legambiente, Cisl, Wwf e Greenpeace.

Dal nord al sud dell’Italia a darsi da fare saranno scuole di ogni genere e grado. Puliamo il Mondo dalle mafie è l’iniziativa organizzata domani a Milano insieme all’associazione Libera
associazione nomi e numeri contro la mafia, presso il Liceo Volta. A Roma, i ragazzi dell’istituto comprensivo Rosmini puliranno il giardino della scuola. Ma a prendere guanti ramazze e
sacchettoni, sempre domani, saranno anche oltre 2000 bambini in Campania nei 13 comuni del Parco Nazionale del Vesuvio per una giornata di tutela del territorio alla scoperta di
microdiscariche, mentre a San Sebastiano al Vesuvio le scolaresche ripuliranno i sentieri “funiculì” in prossimità del vecchio trenino a cremagliera. Repulisti delle rive del Lago
di Letino nel cuore del Parco del Matese, nel casertano. Pulizia straordinaria della città con alunni, volontari, operai e mezzi dell’azienda municipalizzata a Benevento e pulizia del
Parco della Rotonda a Reggio Calabria. Ad Arezzo, pulizia del centro storico, mentre a Corato (Bari) ben 1.300 alunni si danno appuntamento all’Isola Ecologica comunale, così come a
Medicina (Bologna) nella stazione ecologica oltre 150 ragazzi delle scuole medie vedranno dal vivo la prima fase di riciclo. A Cerreto Guidi (Firenze) le scuole elementari e i volontari
puliranno le strade pubbliche per l’occasione chiuse al traffico.

Sabato 29, invece, tra i tanti appuntamenti le pulizie proseguono a Milano con la pulizia della Cascina Cuccagna, in zona Porta Ticinese. A Torino con una pulizia degli autobus in partenza da
Piazza Statuto. A Napoli con la pulizia delle facciate e delle colonne esterne dello storico Palazzo D’Angiò in via Tribunali. Ma anche a Sora (Frosinone) nella Villa comunale, a Narni
(Terni) con la pulizia dell’area del Ponte Romano in via Tiberina; a Capri (Napoli) pulizia dei sentieri isolani, dal centro di Anacapri al Belvedere della Migliera; a Civitanova Marche
(Macerata) sul litorale a nord di Fontespina per prendersi cura dell’Area floristica protetta; a San Giovanni Rotondo (Foggia) pulizia della Pineta di Monte Nero e di tutta la zona sacra del
Santuario di San Pio; a Polignano a Mare (Bari), i ragazzi delle scuole puliranno l’area costiera di Cala Paura e Porto Paradiso coadiuvati dalle forze dell’ordine. A San Piero a Sieve
(Firenze) gli alunni delle scuole del Comune insieme ai pescatori dell’Unpem e della Fipsas puliscono il parco presso il fiume e le rive.

Per la prima volta Puliamo il Mondo sbarca in Bielorussia e Russia. Forti dell’esperienza maturata con il Progetto di accoglienza dei bambini di Cernobyl e grazie alla collaborazione con le
istituzione locali, il 28 e 29 in Russia nella provincia di Novozybkov e l’1 e 2 ottobre in Bielorussia nella provincia di Cecersk, oltre 200 bambini saranno impegnati nella pulizia e
manutenzione delle loro scuole.

Related Posts
Leave a reply