Alessandria – La vicepresidente e assessore ai Progetti U.E., Maria Grazia Morando, ha informato la Giunta provinciale, presieduta da Paolo Filippi, sulla necessaria
attività del Servizio Programmazione Europea – responsabile del presidio, monitoraggio e gestione delle relazioni con i partner di altre Regioni e di altri Paesi europei, per l’ideazione
e la candidatura di progetti a finanziamento comunitario e il loro successivo coordinamento a livello contenutistico ed amministrativo – in vista della recente apertura della programmazione
finanziaria europea 2007-2013.

Con la definizione della nuova suddivisione dei Fondi Strutturali, sono stati, infatti, avviati i Bandi Regionali sugli Assi e Misure previsti dai Piani Operativi Regionali, nonché
quelli sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), sul Piano Regionale di Sviluppo Rurale (PSR), sul Fondo Sociale Europeo (FSE), sull’Obiettivo Cooperazione Territoriale e i Programmi
comunitari a Finanziamento Diretto (programmi sull’apprendimento permanente, sulle politiche sociali e sui trasporti). «Il 2008 è un anno cruciale per la Provincia di Alessandria –
hanno spiegato il presidente, Paolo Filippi, e la vicepresidente, Maria Grazia Morando – in quanto rappresenta l’anello di congiunzione tra i due periodi di programmazione. Allo stato attuale,
è, dunque, assolutamente necessario per il Servizio Programmazione Europea presidiare tutti i diversi aspetti dei bandi via via emanati da Bruxelles, considerato, inoltre, che,
nell’ambito della Programmazione 2000-2006, attualmente in fase di chiusura, sono state gettate le basi per la creazione di alleanze e rapporti di reciproca fiducia».

Il Servizio e l’ente si propongono, pertanto, una costante attività di gestione e coordinamento con i partner dei progetti in chiusura, di mantenimento dei contatti con gli stessi e di
inclusione di nuovi Paesi, al fine di garantire la promozione e candidatura di ulteriori progetti. Il tutto, attraverso un potenziamento della rete di partner interni e locali, con il
coinvolgimento dei diversi assessorati e delle relative Direzioni, enti pubblici e strutture private direttamente e indirettamente collegate alla Provincia (Energia e Territorio, IAL
Provinciale, Università, Associazioni), Regione Piemonte ed enti e strutture di altre Regioni, italiane ed europee.

Il Servizio Programmazione Europea dovrà prevedere investimenti e progettazione adeguati per la realizzazione e gestione di fasi cruciali quali il monitoraggio e l’aggiornamento costante
sulla Programmazione Finanziaria, attraverso la quotidiana consultazione di siti internet istituzionali e il confronto con operatori del settore ed agenzie, sia italiane che straniere; rapporti
continui e coordinamento con partner nazionali ed internazionali; la stesura di testi, in inglese o francese, che richiedano un elevato livello di competenze e familiarità con le materie
progettuali; la costruzione e predisposizione di bilanci e budget progettuali.

L’attività prevista si articolerà in un periodo di 12 mesi e si esplicherà sulla base delle direttive del direttore del Dipartimento Economia e Sviluppo e del responsabile
del Servizio Programmazione Europea.