Alghe, pomodoro e vitamine: la pizza perfetta arriva dalla Scozia

Alghe, pomodoro e vitamine: la pizza perfetta arriva dalla Scozia

Prendere una normale pizza, bilanciarne gli ingredienti ed ottenere una pizza nutrizionalmente valida.

Questa la missione di un team dell’Università di Glasgow (Gran Bretagna), diretto dal dottor Mike Lean, assieme a Donnie Maclean, imprenditore.

Il team britannico, i cui risultati sono stati pubblicati dal sito della BBC, è partito da due punti fissi. Il
primo, la diffusione della pizza, a cui purtroppo non corrisponde la salubrità delle versioni.

La seconda, il potenziale dell’alimento. La pizza infatti contiene il 30% dei nutrienti (vitamine, minerali, calorie, proteine e carboidrati) necessari ogni giorno ad un uomo adulto.

Così, gli esperti hanno preso in esame le pizze offerte da 5 supermercati scozzesi, esaminando gli elementi positivi (i nutrienti citati) ma anche i difetti, come l’eccesso di sale e di
grassi saturi.

Allora, i ricercatori hanno apportato le loro correzione. Il sale è stato eliminato (o ridotto nettamente) per far posto alle alghe, abbondanti in iodio, vitamina B12 ed altro. Poi, si
è creato un misto peperone rosso-pomodoro, ricco di vitamina C. Infine, una dose di nutrienti buoni: vitamina A, magnesio, potassio, folati.

Secondo il dottor Lean, la nuova pizza creata è “Alternativa a pranzo o cena. Ogni pizza offre un pasto completo, con tutte le sostanze nutritive che coprono il 30% del fabbisogno
giornaliero”.

Presto, le nuove pizze verranno messe in commercio: a quel punto, toccherà al consumatore emettere il giudizio finale.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento