La gravidanza è un evento fondamentale nella vita degli individui e, grazie alle nuove acquisizioni nel campo della nutrizione, oggi possiamo con la corretta alimentazione evitare e
prevenire molti disturbi e patologie sia della mamma e del bebè.

Durante la gravidanza la donna va incontro ad alcune naturali modificazione fisiche; da un punto di vista nutrizionale aumentano sia le richieste caloriche sia le esigenze di vitamine e
minerali; inoltre la gestante è in costante aumento di peso, in particolare nel secondo semestre in poi vi è un incremento di circa 7 kg per la crescita del feto, della placenta,
del liquido amniotico e del volume dell’utero, di circa 1 kg per l’espansione del volume del sangue, di circa 1 kg per la ritenzione dei liquidi nei tessuti e di circa 3-4 kg di grasso totale
corporeo.

Il metabolismo nel periodo di gravidanza è rallentato fisiologicamente in quanto viene privilegiato l’accrescimento del nascituro, senza portare a un eccessivo accrescimento della madre
e quindi a un futuro sovrappeso; normalmente il metabolismo risulta più veloce nelle ore centrali del giorno (pranzo) rispetto alla sera, verranno messe le proteine, che sono gli
alimenti di più difficile digestione e metabolizzazione, a pranzo e i carboidrati a cena.

www.lifegate.it