Dopo il no comment sulle voci che parlano di 2.350 esuberi conseguenti alla privatizzazione di Alitalia, il Ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, ha annunciato che il governo si
farà carico di “di eventuali problemi nel mantenimento dei livelli occupazionali”.
L’annuncio è avvenuto a margine dell’assemblea ordinaria di Ancma e Bianchi ha spiegato: “La cosa più importante è la bontà del piano industriale: lo vedremo presto
e capiremo se va in direzione di quello per cui abbiamo lavorato per un anno: assicurare un futuro a questa compagnia sulle capacità di risposta all’alta domanda, assicurare una
transizione non traumatica dell’assetto lavorativo e aprirla ai grandi mercati, soprattutto intercontinentali”.
“Il giorno 12 – ha concluso il Ministro dei trasporti – ci sarà la presentazione dell’unica offerta ormai rimasta in gara [quella di Intesa Sanpaolo e Air One] e del Piano Industriale e
noi guarderemo alla bontà del piano”.