Alpi 365, il Biellese protagonista

È tutto pronto per Alpi 365, il Salone della montagna che si inaugura domani alle 15 al Lingotto di Torino, ampia la partecipazione della Provincia, con diversi stand dedicati ai
progetti di valorizzazione del territorio.

Nelle principali piazze tematiche dell’esposizione è previsto uno spazio dedicato al Biellese. In quella dell’Abitabilità trovano posto il progetto Biella Outdoor sul turismo
all’aria aperta e il progetto Filidigitali sulle nuove tecnologie e la riduzione del divario digitale; nella piazza dedicata alle Risorse ci saranno il progetto di valorizzazione del Castagno,
quello Lane autoctone e inoltre, in collaborazione con tutte le Province del Piemonte, sono previste degustazioni dei prodotti enogastromici montani tra cui quelli biellesi.

La Provincia di Biella, i suoi progetti e prodotti, sono protagonisti anche in alcuni convegni e dibattiti di approfondimento. Domani, alle 14 e 30 nello Spazio Incontri B, una conferenza tutta
biellese dal titolo: “I sentieri dell’innovazione: Tecnologie della comunicazione e rappresentazione virtuale del territorio Biellese”.

Saranno presentati i progetti FiliDigitali e Territoriovirtuale curati da Provincia e Comune di Biella in collaborazione con Cordar.it. Intervengono: Davide Bazzini e Rinaldo Chiola.

Ancora domani, alle 18 e 30 nello Spazio Incontri B è in programma una Tavola rotonda dal titolo “Servizi alla popolazione e alle imprese, quali opportunità per le zone rurali?”,
coordinata dal giornalista del Sole 24 ore Adriano Moraglio. Intervengono: l’assessore regionale allo Sviluppo della Montagna e Foreste Bruna Sibille, il direttore tecnico del Gal Appennino
Genovese Angela Rollando, Bianca Facciotto, Carla Perno del Consorzio Formont, Roberto Moriondo del Settore Sistemi informativi della Regione Piemonte, Bianca Eula della Direzione Economia
Montana e Foreste e Beppe Ballauri, presidente di Assopiemonte Leader. L’assessore all’Informatizzazione della Provincia di Biella Davide Bazzini interverrà nel dibattito per descrivere
esempi applicativi della banda larga nei territori montani: il titolo della sua relazione è infatti “Territori montani e reti wi-fi: come uno svantaggio può diventare
opportunità di sviluppo”.

Ci sono altri, numerosi appuntamenti “biellesi” in programma. Nella Piazza Abitabilità, venerdì 5 ottobre alle 10 e domenica 7 alle 16, “Orientarsi in Alta Valle Sessera” della
Comunità Montana Valle di Mosso.

Sabato 6 ottobre sarà denso di impegni. Alle 11, nella Piazza Risorse, sarà presentato il progetto “Valorizzazione Lane Autoctone” del Centro Arti Applicate Kandinskij, l’Agenzia
Lane d’Italia e del Comune di Camandona.

Alle 12 e 30: “Valle Sessera. La natura a ruota libera”, a cura della Comunità Montana Valle Sessera e dell’Ascom di Biella.

Alle 15 e 30, nello Spazio Incontri B: “La rete escursionistica Biella Outdoor. La tecnologia applicata alle attività sportive in natura”, una conferenza a cura della Provincia di
Biella, con interventi di Andrea Albano, Andrea Ardito, Alberto Conte, Carlo Gabasio e Stefano Mosca.

Alle 16: “Recupero e valorizzazione dei castagneti biellesi”, un progetto della Provincia di Biella, dell’Associazione Biellese del Castagno e dell’Ecomuseo del Biellese.

Alpi365 Expo è un salone internazionale che richiama espositori e interlocutori economici di varie aree europee, ma anche un osservatorio privilegiato sulle attività e le
iniziative intorno alla montagna.

L’obiettivo è dare alle Alpi un’immagine nuova rispetto a quella ottocentesca di un eden incontaminato o a quella creata dal marketing per moltiplicare l’offerta turistica.
La montagna è un laboratorio di tradizione e innovazione e un modello di sviluppo di un’economia del risparmio e della sostenibilità: sede della tutela naturalistica ma anche
dello scambio di esperienze produttive e culturali con i centri cittadini.
L’inaugurazione di domani si aprirà con una tavola rotonda sulle politiche per le montagne cui partecipano le 5 aree dell’Euroregione Alpi-Mediterraneo, nata nel luglio 2006 e composta
da Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Rhône-Alpes e Provence-Alpes-Côte d’Azur.
Ogni giornata del Salone della Montagna sarà dedicata a un tema specifico. Il primo giorno alle politiche per la montagna, che possono diventare un terreno comune per pianificare
strategie a livello transnazionale. Venerdì 5 ottobre si parlerà di temi ambientali in una tavola rotonda divisa in tre sessioni: cambiamenti climatici e loro impatto sulla
montagna, sviluppo delle energie rinnovabili e comportamenti virtuosi da promuovere anche a livello individuale.
Sabato 6 ottobre è il giorno dello sport in montagna, con campioni di discipline note e meno note. Domenica 7 ottobre sarà dedicata al rapporto tra la città e la montagna,
i suoi aspetti culturali, istituzionali ed economici.
Ogni giornata sarà declinata da un tema discusso e analizzato da esperti e studiosi raccolti intorno a una tavola rotonda.

La partecipazione biellese è coordinata dalla Provincia insieme all’Atl, alla Camera di commercio, le Comunità montane e la rete ecomuseale.

Related Posts
Leave a reply