AltoGusto: Un viaggio di 10 tappe tra i sapori e il gusto delle Dolomiti bellunesi

AltoGusto: Un viaggio di 10 tappe tra i sapori e il gusto delle Dolomiti bellunesi

Belluno – Gli chef delle Dolomiti bellunesi fanno squadra per celebrare uniti il prestigioso riconoscimento che l’Unesco ha conferito alle “loro” meravigliose montagne,
inserendole tra il Patrimonio dell’umanità.

“Dolomiti patrimonio goloso dell’umanità” è infatti il tema scelto quest’anno per gli appuntamenti enogastronomici della rassegna AltoGusto, che ritorna con un calendario di
dieci serate appositamente pensate per esaltare le qualità della cucina delle Dolomiti e le deliziose materie prime locali: dalla selvaggina ai formaggi di malga, dai funghi alle erbe
spontanee, fino al pesce di fiume e di lago, ai frutti di bosco e a prodotti d’eccellenza come l’agnello d’Alpago.

Dall’incanto della natura alle prelibatezze da assaggiare in tavola, sarà sempre il territorio – con la sua inestimabile ricchezza di tradizione e memorie storiche – l’indiscusso
protagonista di questo itinerario del gusto ideato dagli chef stellati e pluripremiati dalle guide che operano tra i monti del Bellunese e che undici anni fa hanno pensato di unirsi sotto
un’unica bandiera, quella dell’associazione AltoGusto.

A partire da questo weekend sino al 10 giugno la rassegna enogastronomica porterà i gourmet a percorrere un viaggio appetitoso che toccherà i locali protagonisti del sodalizio. Si
comincia il 15 ottobre a Sappada, a Baita Mondeschein, accogliente ristorante gestito con passione dalla famiglia Kratter dove ogni dettaglio ricorda i tempi antichi e le ricette tradizionali
vengono riproposte in chiave moderna.

Il 29 ottobre si va a Vodo di Cadore ospiti della famiglia Gregori, al Ristorante Al Capriolo, locale storico d’Italia inserito in un contesto di grande suggestione: un antichissimo palazzo che
agli inizi dell’Ottocento fungeva da stazione di posta e cambio cavalli lungo la nascente “Asburgica strada Alemagna” voluta dall’allora regnante Maria Teresa d’Austria per collegare Venezia con
il Tirolo e la Baviera.

Il 19 novembre ci si ritrova da Luca Viel, sommelier professionista che porta avanti la tradizione di famiglia al Ristorante Al Borgo, pittoresca villa settecentesca a pochi passi dal centro di
Belluno e nelle vicinanze di quella che fu la nobile dimora di Dino Buzzati. Il 17 dicembre ci si sposta al Ristorante Tivoli dello chef Graziano Prest, in località Lacedel sopra Cortina
d’Ampezzo e sotto le imponenti guglie della Tofana.

Il 29 gennaio 2011 si sale da Luigi Dariz al Ristorante Da Aurelio, la cui terrazza è un suggestivo balcone panoramico affacciato sulle Dolomiti, in prossimità del Passo Giau, a
2.175 metri di quota. L’11 febbraio l’appuntamento è al Ristorante Dolada di Plois di Pieve d’Alpago, locale che, grazie al lavoro della famiglia De Prà (Enzo e il figlio Riccardo
in cucina, la moglie Rossana e la figlia Benedetta in sala) è da 40 anni un sicuro punto di riferimento nel panorama della ristorazione italiana.

Il 18 marzo si ritorna a Cortina d’Ampezzo, a due chilometri da Corso Italia e alle pendici del monte Faloria, dove Adolfo Menardi e il fratello Alessandro ospitano i commensali nelle accoglienti
sale del Ristorante Baita Fraina. Il 15 aprile l’appuntamento è a Canale d’Agordo, paese natio di Papa Luciani, al Ristorante Alle Codole da Oscar (lo chef), Diego (il sommelier) e Livia
Tibolla (la maitre).

Il 6 e 7 maggio si torna nuovamente a Sappada nell’autentica casa sappadina del Settecento che Fabrizia Meroi e Roberto Brovedani hanno trasformato nel Ristorante Laite, piccolo paradiso (venti
coperti in tutto) dedicato ai buongustai.

Il gran finale della manifestazione si terrà al Ristorante San Lorenzo di Puos d’Alpago con Renzo Dal Farra e il suo staff pronti a concedere le ultime emozioni degli itinerari
enogastronomici AltoGusto della stagione 2010/2011.

Il calendario

15 ottobre MONDSCHEIN (Sappada);

29 ottobre AL CAPRIOLO (Vodo di Cadore)

19 novembre AL BORGO (Belluno);

17 dicembre TIVOLI (Cortina d’Ampezzo);

28 gennaio DA AURELIO (Passo Giau);

11 febbraio DOLADA (Plois di Pieve d’Alpago);

18 marzo BAITA FRAINA (Cortina d’Ampezzo);

15 aprile ALLE CODOLE (Canale d’Agordo)

6 e 7 maggio LAITE (Sappada);

10 giugno LOCANDA SAN LORENZO (Puos d’Alpago)

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento