Alvadur: Corso inedito di scrittura all’interno del pane

Alvadur: Corso inedito di scrittura all’interno del pane

Una giovane “start up” di panificatori: che ha recuperato un laboratorio in un piccolo centro nella campagna ravennate, Santo Stefano – una località che era rimasta da qualche mese senza un forno – e che da quel momento, oltre a ridare il pane quotidiano agli abitanti del paese, ha messo in atto una serie di attività destinate a far crescere la cultura della panificazione.

Questo è L’Alvadur (nel dialetto locale, il “lievito madre”): il presidente Andrea Marchetti, 22 anni; Marianna Rosa, 21; Beatrice Sarni, 21 e Alex Zambrini, 28. A fare da “chioccia” ai quattro giovani soci è un maestro esperto come Fausto Rivola, fondatore e presidente del Club Arti & Mestieri.

E nei giorni scorsi il laboratorio è stato organizzatore (e teatro al tempo stesso) di un momento di formazione partecipato da panificatori da ogni parte d’Italia: un corso inedito di scrittura all’interno del pane che ha avuto come docente d’eccezione il panificatore parigino Yves Desgranges, titolare della omonima panetteria a pochi passi dalla Tour Eiffel e autore del libro “Passion Pain. 80 recettes originales de pains traditionnels”.

De giorni intensi di creatività e innovazione, decisamente formativi per tutti i partecipanti. Da oggi, fra l’altro, i clienti dell’Alvadur – oltre al pane quotidiano – possono anche ordinare il pane con all’interno la scritta desiderata…

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento