Alzheimer, Spumante e Champagne per difendersi

Alzheimer, Spumante e Champagne per difendersi

Un consumo consapevole di Spumante e Champagne difendono da demenza ed Alzheimer. Ma entrambi devono essere ottenuti con uve di Pinot nero e Pinot Meunier.

Questi i temi principali di una ricerca
dell’Università di Reading (Gran Bretagna), diretta dalla dottoressa Giulia Corona e pubblicata su “Antioxidants & Redox Signaling”.

La squadra britannica ha condotto un analisi ad ampio raggio. In base ai dati preliminari, i semi della demenza iniziano verso i 40 anni, coi sintomi visibili entro gli 80 anni. Perciò,
gli esperti hanno pensato a potenziali rimedi: tra questi, l’acido fenolico, antiossidante presente nelle bevande in questione. A sostegno, ricerche precedenti, che mostravano come tali
elementi agissero da scudo contro ossidazione e radicali liberi.

In seguito, gli scienziati hanno condotto test su modello animali, usando due gruppi di topi invecchiati: i primi hanno ricevuto acido fenolico, i secondi no. Tutti i roditori hanno dovuto
percorre un labirinto, trovandone l’uscita e del cibo all’interno. Risultato, il primo gruppo (consumatori di acido fenolico) mostrava un tasso di successo del 70% contro il 50% del secondo
gruppo.

I topi hanno ottenuto effetti benefici dopo 6 settimane: perciò, la dottoressa ritiene che tali effetti diventano presenti per gli umani dopo tre anni.

L’Università di Reading ha già in programma il passo successivo: condurre uno studio clinico sull’uomo, coinvolgendo persone in età pensionabile per osservare gli effetti
del vino sulla memoria spaziale e la prevenzione della demenza.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento