Ambiente, al Consorzio Amu la nomination per le “Comunità Sostenibili” agli Awards Europei sull'energia rinnovabile

 

Ogni territorio ha le proprie risorse naturali grazie alle quali è possibile ottenere energia pulita. Produrre, trasformare e consumare energia attraverso risorse agro-forestali
significa risparmio energetico ed economico, oltre che tutela ambientale. E’ questa l’idea promossa dal Consorzio Amu, da anni impegnato nel settore agro-energetico che, in
collaborazione con le sue consorziate GeaFaber, Atena ed Eurosinergy, ha ottenuto la nomination per l’assegnazione del premio finale, Comunità Sostenibili agli SEE (Sustainable
Energy Europe) sull’energia rinnovabile.

Gli Awards sono gli Oscar che Bruxelles assegna annualmente a chi si è distinto nel settore agro-energetico. Quest’anno sono state 251 le proposte esaminate dalla Commissione
Europea. La cerimonia avrà luogo nella capitale belga, domani 10 febbraio 2009.

Uno dei punti di forza del progetto del Consorzio Amu risiede nel fatto che i territori che danno la propria disponibilità all’iniziativa devono essere compartecipi degli enti
che attuano il modello. Per incrementare l’adesione degli agricoltori al programma è stato studiato nei minimi particolari l’uso di macchinari. Essi saranno adattati ai territori
da coltivare e non viceversa. Questo concetto vale anche per le macchine di trasformazione energetica. Le caldaie (siano esse cogenerative, trigenerative o termiche) saranno adattate e
congegnate sul tipo di combustibile impiegato. Il Comune di Massa Martana ha sposato per intero il modello.

Oltre al Consorzio Amu, gli italiani ancora in gara sono: Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia), Casa Clima (BZ), Eco Abita (RE), Oikos (MI). Al di là degli esiti della
premiazione, la nomination resta un prestigioso riconoscimento del lavoro svolto e dimostra che un modello agro-energetico realmente sostenibile si può fare.

 

Related Posts
Leave a reply