“Il territorio italiano è il vero valore aggiunto del nostro paese, perno di un nuovo modello di crescita sul piano economico, ambientale e sociale”.

E’ quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini alla conferenza stampa “Paesaggi da tavola, Paesaggi da
favola…”, nel sottolineare che “una agricoltura di qualità può insistere
solo su un territorio di qualità così come la qualità del territorio cresce con la qualità dell’impresa”.

Il maldestro tentativo di cancellare la legge sull’obbligo di indicare in etichetta l’origine degli alimenti per favorire le importazioni, il via libera all’invecchiamento artificiale del vino
con i trucioli e la proposta di sperimentare gli Ogm in prodotti base dell’agroalimentare nazionale, sono solo gli ultimi esempi di decisioni che mettono a rischio l’identità dei
territori che lo stesso DDL 1600 di iniziativa della Senatrice Loredana De Petris su ” disposizioni per la tutela a la valorizzazione del paesaggio rurale” intende difendere.

A Bologna il prossimo l’11 luglio – ha annunciato il presidente della Coldiretti – avrà luogo la più grande manifestazione promossa dagli agricoltori negli ultimi anni proprio
contro il tentativo di standardizzare e omologare verso il basso la qualità dell’agricoltura italiana per asservirla ad un modello di sviluppo produttivistico, contrario all’interesse
delle imprese, dell’ambiente e dei consumatori.

www.coldiretti.it