Anche i padri vittime di stress in gravidanza

Anche i padri vittime di stress in gravidanza

La gravidanza non è momento critico solo per le madri. Ansia, paura e stress colpiscono anche i padri che (anche involontariamente) scarica i problemi sulla compagna e sui bambini.

Questo il messaggio di una ricerca dell’University of Missouri (USA), diretta dal professor ManSoo Yu e pubblicata su “Journal of Advanced Nursing”.

Il team del Missouri ha lavorato con 132 coppie (madre-padre) in attesa, osservandole e sottoponendo lui e lei al Prenatal Psychosocial Profile (PPP). Il test, di solito usato solo per le
donne, serve a misurare livelli di stress, capacità di sostenere il partner ed autostima.

E’ così emersa la situazione delicata dei padri. Per gli scienziati, essi subiscono il peso della famiglia che cresce e delle nuove sfide, economiche e parentali. L’uomo non è
infatti un mero osservatore del processo di gravidanza: ne è un attore a tempo pieno, le cui difficoltà si ripercuotono sul resto della famiglia.

Per questo, il professor Yu ed i suoi colleghi propongono una terapia (preventiva), sia domestica che non. Per iniziare i coniugi devono parlare tra loro, fornendosi reciproco sostegno e
mettendo in chiaro problemi e preoccupazione. Inoltre, sia l’uomo che la donna devono potersi rivolgere ad esperti qualificati. Conclude il capo-ricercatore: “E’ importante riconoscere e
tutelare il benessere emotivo degli uomini, così come quello delle donne. Fornire assistenza prenatale ai padri in attesa può incoraggiare gli uomini ad avere un ruolo propositivo
in gravidanza”.

FONTE: ManSoo Yu, Jane A. McElory, Linda F.C. Bullock, Kevin D. Everett. Unique perspectives of women and their partners using the Prenatal Psychosocial Profile Scale. Journal of
Advanced Nursing, 2011; DOI: 10.1111/j.1365-2648.2011.05628.x

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento