Roma – Ansaldo Fuel Cells, una società di Finmeccanica coordinata da Ansaldo Energia, e Enel hanno firmato un accordo di collaborazione per sviluppare, realizzare e
testare un sistema trigenerativo integrato con un impianto di generazione a celle a combustibile a carbonati fusi di tecnologia Ansaldo Fuel Cells.

L’accordo avvia una importante collaborazione tra Ansaldo Fuel Cells e Enel per lo sviluppo di Celle a Carbonati Fusi.

L’accordo prevede, infatti, la realizzazione entro la metà del 2009 di un impianto ad alto rendimento, ottimizzato congiuntamente, da circa 0,5 MW presso l’Area Sperimentale Enel di
Livorno, in grado di erogare al contempo energia elettrica, calore e freddo. Ansaldo Fuel Cells applicherà su questo impianto un insieme di nuovi componenti e soluzioni impiantistiche
che garantiranno performance superiori rispetto agli impianti dimostrativi completati con successo negli anni precedenti. L’esercizio del sistema ad opera del personale di Enel Ricerca
consentirà di dare visibilità alla tecnologia a celle a combustibile e a dimostrarne l’affidabilità, oltre che a valorizzare e contribuire attivamente allo sviluppo di un
prodotto progettato in Italia.

La collaborazione si estende anche allo sviluppo congiunto di alcuni componenti del sistema, con particolare riferimento all’interfaccia tra le celle a combustibile e la rete elettrica.

Il progetto costituisce un importante tassello dell’attuale «Piano di Sviluppo Prodotto» della Ansaldo Fuel Cells che dovrebbe garantire all’azienda la disponibilità di un
prodotto commerciabile nel breve termine.

L’iniziativa segna un ulteriore passo in avanti nella ricerca nella generazione distribuita del «Piano Ambiente e Innovazione» di Enel, al quale il gruppo guidato dall’AD Fulvio
Conti ha destinato investimenti complessivi pari a 4 miliardi di euro entro il 2011.

Le celle a combustibile producono energia elettrica e termica con un’efficienza superiore rispetto alle tecnologie convenzionali ed offrono in aggiunta una elevata accettabilità
ambientale, in considerazione delle emissioni trascurabili, e della bassa rumorosità.

Finmeccanica ha affidato alla sua controllata Ansaldo Fuel Cells, l’unica azienda che ha significativamente investito nello sviluppo delle celle a combustibile MCFC (Molten Carbonate Fuel
Cells) a livello europeo, tutte le attività relative a questo settore, con l’obiettivo di completare lo sviluppo e la produzione del prodotto e avviarne la commercializzazione, in linea
con le strategie di crescita del Gruppo.

Enel, da sempre attenta a progetti e tecnologie innovative di produzione di energia elettrica, ha individuato in Ansaldo Fuel Cells, un partner strategico nella sperimentazione di fonti
alternative orientate alla tutela dell’ambiente e si è garantita con questo accordo la possibilità, sempre con Ansaldo Fuel Cells, di replicare l’impianto e di commercializzarlo
nei paesi nei quali è presente, dando così un impulso alla propria presenza nel settore delle Celle a Combustibile.