Biella – Adeguare vitigni, forme di coltivazione o di impianto, rilocalizzare i vigneti, sono gli obiettivi del bando provinciale rinnovato anche quest’anno con lo scopo di
migliorare la qualità della produzione vinicola, grazie ai fondi messi a disposizione dall’Unione Europea, i viticoltori biellesi potranno reimpiantare i propri vigneti oppure adeguare
le superfici.

«È una delle linee con cui tentiamo – spiega l’assessore provinciale all’agricoltura Giuseppe Graziola – di migliorare la nostra vitivinicoltura: questo programma si articola
efficacemente con le iniziative di rivitalizzazione del comparto già promosse dall’amministrazione, come ad esempio l’assistenza tecnica enologica offerta gratuitamente ai produttori
locali».

Per accedere al contributo, gli imprenditori devono essere iscritti al registro delle imprese agricole della Camera di commercio e avere una superficie di intervento di almeno 5 mila metri
quadrati o, in alternativa, di 3 mila metri quadrati purché l’azienda abbia già in conduzione una superficie coltivata a viti complessiva di 1 ettaro.

Il contributo previsto è commisurato al tipo di intervento, ad esempio è riconosciuto in misura di 10 mila e 240 euro a ettaro per il contestuale estirpo e reimpianto del vigneto.

Gli interessati devono compilare la domanda utilizzando la procedura informatizzata on-line del Sistema informativo agricolo del Piemonte assistiti dai Centri di assistenza agricola (Caa). La
documentazione deve pervenire entro venerdì 28 marzo.

In alternativa, gli interessati potranno scegliere di presentare la domanda personalmente agli uffici della Provincia di Biella (settore Tutela ambientale e agricoltura – servizio Politiche
agricole, zootecnia e viticoltura) entro venerdì 21 marzo. Un servizio, questo, riservato agli iscritti all’Anagrafe unica delle aziende agricole che abbiano aggiornato o costituito il
fascicolo nei Caa.