Arriva l’estate: Durello a grande richiesta

Arriva l’estate: Durello a grande richiesta

E’ il Durello, scelto da Veronafiere, lo spumante da vitigno autoctono protagonista ad EuroCarne 2009, Salone Internazionale delle Tecnologie per Lavorazione, Conservazione, Refrigerazione e
Distribuzione delle Carni, che ha luogo in questi giorni a Verona all’interno del quartiere fieristico.

Le bollicine autoctone, nate sulle colline di Verona e Vicenza, tornano ad accompagnare gli appuntamenti di Veronafiere, una collaborazione felicemente iniziata lo scorso Vinitaly quando il
Durello è stato voluto dell’Ente come aperitivo di Verona al Vinitaly for you in Gran Guardia.

Il Durello è un vino giovane, fresco e fruttato che con il suo moderato contenuto alcolico assicura il gusto della convivialità senza gli eccessi che tolgono il piacere dello
stare assieme. Il Durello per la sua piacevolezza non passa inosservato nella versione Charmat così come in quella a Metodo Classico. Gli estratti e la corposità non sono mai
sopra le righe e fanno parte della fisionomia di un bianco agile, longilineo e al quale un eccesso di polpa potrebbe togliere il suo gesto distintivo, quasi aristocratico.

Il percorso promozionale del Lessini Durello prosegue il 26 maggio al Marriott Hotel di Vienna con la terza tappa della Maratona del Gusto e delle Bellezze d’Italia, l’iniziativa organizzata da
Enit ed Ice in collaborazione con Casa Italia Atletica. Si tratta di un tour itinerante tra Austria e Germania per far conoscere le eccellenze del Made in Italy in questi due paesi, strategico
bacino turistico per il comprensorio dell’Est Veronese. Sport e vino, purchè consumato con moderazione, tornano nuovamente a far parlare di sè, come ambasciatori della dieta
mediterranea quale ideale stile di vita da perseguire.

Dall’Austria a Como in fine, dall’11 giugno al 13 luglio, le bollicine autoctone venete sponsorizzeranno il «Premio Letterario Antonio Fogazzaro» (www.premioantoniofogazzaro.it),
con una decina di aperitivi tra il lago di Como, appunto, e il lago di Ceresio. Il Durello è stato voluto dall’organizzazione per omaggiare Antonio Fogazzaro, che nei suoi scritti si
è sempre ispirato ai paesaggi, alle vallate e alla natura, talvolta dura e aspra, proprio come il Durello in alcune sue note.

Leggi Anche
Scrivi un commento