Vinitaly: Ivo Nardi di Perlage, presenta Perlapp Rosè, il primo spumante Rosè Bio

Video intervista di Giuseppe Danielli, Direttore di Newsfood.com e articolo/intervista a cura di Paolo Verdini

 

Perlage

Perlage

Aspettando Vinitaly, i consigli di Paolo Verdini.
Intervista in esclusiva per Newsfood.com

NEL CUORE DELLA DOCG CONEGLIANO VALDOBBIADENE NASCE IL PRIMO SPUMANTE ROSE’ BIOLOGICO DEDICATO ALLE DONNE

Ivo Nardi, chi è PerlageWines?
Perlage è la storica azienda biologica del Conegliano Valdobbiadene, una delle più grandi cantine esclusivamente bio in Italia. Perlage è nata nel 1985 a Soligo, nel cuore della Docg,  e da allora la gestione dell’azienda è stata in mano alla famiglia Nardi.
Coltiviamo i nostri vigneti solo con metodi biologici e con la passione che ci hanno tramandato mio padre Tiziano e mia madre Afra, portando il nostro vino in oltre 25 mercati nel mondo.
Ci piace definirci “fuori dagli stereotipi” perché siamo un’azienda biologica che punta alla qualità, al rispetto per l’ambiente e alla sostenibilità, rispettiamo la tradizione ma siamo orientati all’innovazione e alla tecnologia, senza mai dimenticare il focus sui desideri e sulle esigenze del cliente finale.

Quali sono i punti di forza dell’azienda?
Siamo convinti dell’importanza di innovare, quindi facciamo costantemente forti investimenti in tecnologia e ricerca, in cantina e in vigneto. Grazie a questi investimenti ogni anno, a Vinitaly, presentiamo una novità di prodotto legata ad una novità di processo e, sempre grazie a questi investimenti, siamo stati i primi a produrre un Prosecco Biodinamico, nel 2005, e uno Spumante Senza Solfiti nel 2008.
Siamo fra i pochi che, in un territorio di grande pregio come quello del Prosecco Superiore Docg che va tutelato e valorizzato, hanno sempre creduto nel biologico. E non solo, negli ultimi anni ci stiamo avvicinando anche ai principi della biodinamica.
E poi c’è il nostro aspetto più moderno e tecnologico: siamo attenti al tema del design, con cui ci piace stupire i nostri consumatori, e crediamo nell’importanza della comunicazione e del mondo social perché ci piace parlare con loro, condividere le nostre esperienze e il nostro mondo.

perlageChe vino presenterete quest’anno a Vinitaly?
Quest’anno saremo a Vinitaly con Perlapp Rosè, il nostro spumante rosato a bassa gradazione alcolica dedicato alle donne e ai giovani. Un vino biologico con un basso contenuto di solfiti con un packaging allegro e colorato, completamente riciclabile, arricchito con un QR code attraverso il quale è possibile scaricare un’App dedicata al mondo del Prosecco e alla scoperta del suo territorio.
Insieme a PerlApp Rosè ci saranno Semper, il Prosecco Superiore Docg presentato nell’esclusiva “Love Edition” e Sgajo, il nostro Prosecco Doc Vegano, un’altra grande novità.

Perché la scelta di un rosè?
Come dicevamo, siamo attenti al mercato e ai desideri dei nostri clienti, ci piace ascoltarli e parlare con loro. Il mondo del vino oggi è sempre più donna e così per le donne abbiamo pensato a un rosato, un blend di uve Merlot e Sangiovese vinificato  in bianco usando il metodo Charmat. E’ uno spumante a bassa gradazione alcolica, solo il 10.5%, di un rosa cerasuolo brillante con un gusto armonico e fruttato. Un vino giovane, allegro e high tech con dentro tutta l’esperienza Perlage nella produzione di vino biologici di qualità, perfetto per le donne moderne.

Quali sono le altre etichette Perlage che non possiamo perderci?
“Animae” Prosecco Superiore Senza Solfiti 2012, il primo prosecco senza solfiti al mondo, il nostro orgoglio. Un insieme di innovazione di processo e di prodotto, attenzione in vigneto e altissima ricerca in cantina. Uno charmat lungo dal risultato organolettico sorprendente.
E poi “Col di Manza” Prosecco Superiore Millesimato Rive di Ogliano 2013, il nostro biodinamico pluripremiato, menzionato dal New York Times, Decanter e WeinWelt, scelto dai 5 stars resort alle Maldive. Ma sempre fortemente legato alla sua terra, le colline di Manzana, che lo rendono un grandissimo prosecco. Coltivato con agricoltura biodinamica.

Redazione Newsfood.com

 

 

Leggi Anche
Scrivi un commento