Assegni per il nucleo familiare con soggetti inabili

L’Inps, con circolare n. 88 del 18 maggio 2007, ha modificato le tabelle 14 e 15 relative agli assegni familiari per recepire in senso positivo quanto previsto dalla Finanziaria 2007.
In particolare l’art. 1, comma 11, lettera a) ha stabilito che fossero rideterminati i livelli di reddito per le famiglie con entrambi i genitori un solo genitore e con almeno un figlio minore,
in cui non siano presenti componenti inabili (tabelle 11 e 12). Questo, tuttavia, ha generato una disparità di trattamento tale da determinare, a parità di reddito del nucleo
familiare, un importo inferiore dell’assegno in nuclei con almeno un figlio minore e almeno un componente inabile (tabelle 14-15).
L’Inps, posto che la norma della Finanziaria ha l’obiettivo di favorire i nuclei più bisognosi (compresi quelli con componenti inabili), ha ritenuto che, a parità di reddito
familiare, l’importo dell’assegno per i nuclei con componenti inabili debba essere almeno equivalente a quello dei nuclei equivalenti senza componenti inabili.
L’Istituto, pertanto, ha raccordato le tabelle 14 e 15 con le tabelle 11 e 12 (se più favorevoli) e i datori di lavoro determineranno la misura dell’assegno spettante a decorrere dal
1° gennaio 2007 sulla base delle nuove tabelle.

INPS, circolare 18 maggio 2007, n. 88

INPS, circolare 18 maggio 2007, n. 88, allegato 1

INPS, circolare 18 maggio 2007, n. 88, allegato 2

INPS, circolare 18 maggio 2007, n. 88, allegato 3

Related Posts
Leave a reply