Assobibe su ricerca “Okkio alla Salute”: Alcune doverose precisazioni

Assobibe su ricerca “Okkio alla Salute”: Alcune doverose precisazioni

Roma – Relativamente ai dati emersi nell’ambito della ricerca “Okkio alla Salute” sulle abitudini alimentari dei bambini italiani Assobibe, l’Associazione dei produttori
italiani di bevande analcoliche, ritiene utile fare alcune doverose precisazioni.

Assobibe evidenzia che il dato sul consumo giornaliero nei bambini è da attribuirsi ad un aggregato di bevande analcoliche più ampio rispetto alle sole bibite gassate.

La ricerca in questione richiama un dato (pari al 48%) peraltro sovrastimato rispetto a quello elaborato nell'”Indagine Eurisko Bambini 2009. Base: bambini 2-12 anni, n=1300″.

La ricerca Eurisko conferma che in una giornata media, secondo le dichiarazioni della madre, che si riferisce ai consumi abituali fuori pasto ovvero la colazione, la merenda del mattino, la
merenda del pomeriggio ed eventuale spuntino dopocena (ma non include i pasti, cioè il pranzo e la cena), il 41% dei bambini fra i 2 e i 12 anni consuma almeno una bevanda
zuccherata. All’interno di queste bevande zuccherate prevale il consumo di succhi di frutta (31%) e tè (12%), mentre le bevande gassate sono in minoranza (6%).

“Il dato relativo ai bassi consumi di bibite gassate da parte dei bambini italiani – commenta il direttore di Assobibe, David Dabiankov – riflette quello più generale sul livello di
consumi di questo tipo di bevande che nel nostro Paese si attesta sui 50 litri annui per capita, molto al di sotto dei livelli degli altri Paesi europei (154 litri della Repubblica Ceca, 102
del Belgio, 101 della Spagna, 100 del Regno Unito, 82 litri della Germania)” .

Dall’approfondimento sul consumo delle bibite gassate e/o zuccherate nei bambini di Okkio alla Salute 2009 “Emerge, infine, una debole associazione con la prevalenza di
sovrappeso/obesità.”, minimizzando l’impatto sul problema sovrappeso e obesità, notoriamente multifattoriale.

Assobibe è l’Associazione di Confindustria che rappresenta, tutela e assiste le imprese italiane produttrici di bevande analcoliche.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento