Australia, Meloni killer. Anche in Italia?

Australia, Meloni killer. Anche in Italia?

Meloni che uccidono. In Australia, i frutti (varietà Cantalupo) stanno scatenando un’epidemia, che ad oggi conta almeno venti persone ricoverate in ospedale e sette decessi.

Come racconta il Guardian, i meloni sono portatori di listeriosi. Infezione legata all’intossicazione alimentare, la listeriosi da melone è stata scoperta il 17 gennaio e, fino al 6 aprile ha contagiato 20 persone (19 confermate ed 1 probabile), per i medici tutti causati da listeriosi da melone. I contagiati sono tutti finiti in ospedale; ad oggi, il bollettino medico riporta sette decessi ed un aborto.

Secondo le autorità australiane, al lavoro per ricostruire la vicenda, i meloni sono stati contaminati in seguito ad un mix tra fattori ambientali, climatici ed errori nel processo di lavorazione. Risultato, il batterio è risultato resistente al processo di lavatura.

E, a peggiorare la situazione, il fatto che i meloni infetti si siano diffusi anche oltre la terra dei canguri. I controli hanno mostrato come i meloni potenzialmente pericolosi siano stati esportati in nove Paesi: Hong Kong (Cina), Giappone, Kuwait, Malesia, Oman, Qatar, Singapore, Bahrain, ed Emirati Arabi Uniti. Data la possibilità di ulteriori esportazioni, sono state allertate anche le autorità Europee.

In Italia, il Ministero della Salute ha diramato una circolare interna per chiedere “la massima sorveglianza”. Il 2 marzo 2018 il Punto di contatto nazionale australiano (NFP) ha notificato all’OMS un’epidemia di infezioni da Listeria monocytogenes (listeriosi) associata al consumo di meloni (meloni di Cantalupo) provenienti da un unico produttore.

Per evitare problemi, in ogni caso, è bene seguire le indicazioni dell’OMS. La listeriosi è pericolosa, sopratutto per soggetti deboli, come immunocompromessi, anziani e donne in gravidanza. Tra gli alimenti più potenzialmente pericolosi, formaggi freschi, crostacei, pesci, molluschi. Allora, è bene lavarli, dando particolare attenzione a frutta e verdura.

Matteo Clerici

Related Posts
Leave a reply