Avocado: super frutto amico della nostra salute

Avocado: super frutto amico della nostra salute

Vedi altri articoli: Buon Cibo = Buona Salute – clicca qui

Buon cibo = Buona salute
Rubrica a cura di Bioimis


L’AVOCADO: IL SUPER FRUTTO DALLE SORPRENDENTI PROPRIETA’

L’avocado, o Persea americana, è un albero da frutto della famiglia delle Lauracee. Spontaneo nelle aree montagnose tropicali e subtropicali del Messico e di gran parte dell’America Centrale, era già conosciuto dagli indigeni Aztechi e Maya per i benefici e per le sue particolari proprietà.

L’avocado è riconosciuto come frutto per la sua origine botanica, è classificato come vegetale in virtù del suo uso in cucina e risulta, infine, un alimento grasso per il suo contenuto nutrizionale.

L’avocado, composto per più di due terzi da acqua, è ricco di fibre, di potassio ed è fonte di folati e vitamina E.
Importante è l’alto contenuto dei carotenoidi luteina e zeaxantina, che svolgono un ruolo importante antiossidante. Il loro assorbimento è inoltre favorito dalla presenza di grassi buoni, monoinsaturi, con una composizione in acidi grassi molto simile a quella dell’olio d’oliva.

Le virtù dell’avocado sono moltissime, eccone alcune:

Aiuta a diminuire il colesterolo nel sangue e a regolare la pressione sanguigna.
Interviene nella prevenzione del morbo di Alzheimer e aiuta a contrastare la depressione.
Contrasta l’osteoporosi e l’artrosi.
Ha proprietà utili nella prevenzione delle malattie oculari.
É un perfetto alleato non solo per la pelle ma anche per i capelli, proteggendoli dall’invecchiamento e dalla secchezza causata dai raggi solari.
Ha un’azione antinfiammatoria e antiossidante.
Aiuta a regolare i livelli di glicemia.

Diversi studi hanno dimostrato, inoltre, che è sufficiente aggiungere mezzo avocado ai nostri piatti per aumentare il senso di sazietà tra un pasto e l’altro.

L’avocado è uno dei “superfood” perché può assorbire più facilmente i nutrienti; infatti, aggiungere il frutto a un’insalata mista aumenta anche la biodisponibilità dei carotenoidi forniti dagli altri vegetali.

Sembrerebbe, anche, che i grassi e le vitamine dell’avocado aiutino nella riduzione dei danni cutanei causati dai raggi UV e migliorino le capacità di cicatrizzazione.

Questo frutto nella nostra cucina va utilizzato solo quando è ben maturo e, quindi, quando la polpa risulta morbida. Nel caso fosse ancora acerbo può essere chiuso in un sacchetto di carta e tenuto a temperatura ambiente per 4-5 giorni.

L’arrivo della bella stagione ci invoglia a preferire pasti freschi e stuzzicanti.
L’avocado può essere mangiato, sbucciato, come un normalissimo frutto o inserito all’interno di piatti gustosi, come insalate e macedonie. Può, inoltre, essere utilizzato nella preparazione di salse, e frullati.

 

Articolo a cura di Bioimis

in esclusiva per Newsfood.com
Riproduzione riservata

==========================================

BioimisQuesta rubrica –Buon cibo = Buona salute–  di proprietà di Newsfood.com è curata in esclusiva da esperti nutrizionisti BIOIMIS, e ha l’intento di dare le nozioni necessarie per far conoscere le qualità intrinseche dei cibi e i loro effetti. Propone anche ricette salutari e consigli, affinchè ognuno di noi, in modo consapevole, possa decidere della sua vita e di quella dei suoi cari.
Dipendentemente dai tempi e dallo spazio, la redazione di Newsfood.com, in collaborazione con gli esperti nutrizionisti, cercherà di dare risposte ai quesiti di chi vorrà approfondire gli argomenti trattati.


Per contatti e info Clicca qui

*Bioimis = origini della Vita
Redazione Newsfood.com

 

 

 

Related Posts
Leave a reply