Azienda biologica “LaSelva”: Alimenti inalterati e ingredienti di qualità

Azienda biologica “LaSelva”: Alimenti inalterati e ingredienti di qualità

Sin dal 1980 LaSelva, situata nella Maremma toscana, si dedica all’agricoltura biologica e alla trasformazione delle materie prime. Frutta e verdura sono raccolte, lavorate e invasettate nell’arco di poche ore. Tutti i vari passaggi si svolgono nel rispetto della natura, dei lavoratori e dei consumatori.

Ingredienti genuini e una lavorazione delicata donano ai nostri prodotti tutto il gusto della natura. Le nostre ricette non contengono conservanti o aromi aggiunti. Verdure fresche e pochi necessari ingredienti sono il segreto del nostro successo.

Tutti gli articoli sono vegetariani e, con qualche eccezione, anche 100% vegani senza lattosio e senza lieviti aggiunti. Questa è stata fin dall’inizio la nostra filosofia, molto prima che i prodotti vegani e biologici diventassero un trend.

Alimenti inalterati e ingredienti di qualità, questo è il nostro principio guida. LaSelva è sinonimo di specialità gastronomiche biologiche di qualità: dal pomodoro in diverse varianti agli antipasti, verdure sott’olio, creme vegetali e delicati confits.

LaSelva produce anche vini di alta qualità, premiati da numerosi organi internazionali. I nostri vini sono anche vegani, chiarificati cioè senza proteine animali.

Passione per la natura e per il gusto

Il pioniere del biologico Karl Egger coltiva in Maremma sin dal 1980 “Volevo stare all’aria aperta per vivere le stagioni e per gustare del cibo che fosse degno di essere chiamato tale e che avesse il gusto che aveva nella mia infanzia: naturale, intenso e genuino” ricorda il proprietario de LaSelva e, cofondatore dell’associazione per l’agricoltura biologica “Naturland” .

Nel 1980 Karl Egger si trasferì in Toscana. La mancanza del gusto nel cibo, la perdita della varietà di grano, la degradazione del suolo nell’industria agraria lo portarono in Maremma dove sapeva di poter coltivare frutta e verdura in un modo naturale. Presto guardó oltre il solo vendere frutta e verdura fresche e passate di pomodoro in bottiglia agli amici. Le prime specialità biologiche arrivarono in negozio 11 anni dopo: polpa, passata, salsa e pelati con pomodori appena colti e trasformati secondo le tradizionali ricette toscane.

LaSelva e la Maremma

Da un inizio di soli sette ettari ci sono adesso 451 ettari di terreno fertile di alta qualitá. A 3 km dalla costa tirrenica e vicino al Parco Regionale della Maremma, LaSelva segue i principi dell’ agricoltura biologica mettendo l’ accento sulla tutela delle biodiversità animali e vegetali.

Tradizione e passione: il gusto intenso e inalterato dei frutti appena raccolti

Il gusto personale di Karl Egger per il cibo è il motivo fondante della filosofia dell’azienda, adesso operante internazionalmente. LaSelva vuole catturare il gusto intenso e genuino del prodotto appena colto e preservarlo all’interno dei barattoli per il consumatore.

“Semplice, naturale e fresco. Questo è il segreto della buona cucina italiana ma anche il motivo conduttore dell’agricoltura biologica e principio guida per lo sviluppo delle ricette e per la trasformazione dei prodotti. Tutto ciò è realizzato con impegno, passione per la natura e gusto.

Prodotti toscani: 180 prodotti biologici e 12 vini

Prodotti toscani

Prodotti toscani

LaSelva è orgogliosa della sua tradizione. Sin dagli anni 90 produce prodotti biologici a partire da molte altre verdure, spezie e frutta.

Oggi, quasi l’intera gamma è priva di glutine, lievito e lattosio e offre 180 specialità biologiche e vegane e 12 vini. Con il vegan o “free from”, LaSelva parte dalla tradizione per incontrare le tendenze ed esigenze contemporanee.

La gamma si estende dai prodotti a base di pomodoro alle olive, antipasti, conserve di verdure, pasta, aceto e olio d’oliva. Ci sono anche vini vegan internazionalmente premiati, caffè espresso, passito e cantucci, pasta, prodotti di pizza e marmellate che completano la gamma di specialità Toscane.

I pregiati alimenti biologici de LaSelva sono prodotti per il mercato Italiano e per i mercati in Germania, Svizzera, Austria, Scandinavia, Francia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania e Giappone. I prodotti LaSelva si trovano nei negozi di specialità (negozi di alimentari e supermercati organici), nei negozi di alimentazione salutare e nelle enoteche.

Una famiglia: coltivazione, trasformazione e agriturismo

LaSelva è genuina e trasparente. L’azienda si è sviluppata nel corso dei decenni in Maremma. Questa connessione alla regione, non solo assicura il lavoro per le famiglie locali per generazioni, ma ispira anche nuove ricette toscane. Queste vengono spesso da dipendenti o da amici.

Il team internazionale de LaSelva comprende un totale di 54 dipendenti permanenti presso LaSelva società bioagricola a.r.l. in Italia e LaSelva Toskana Feinkost-Vertriebs-GmbH in Germania. In media, 55 lavoratori stagionali locali pagati secondo le tariffe ufficiali sono anche impiegati nel lavoro nei campi e nella trasformazione.

LaSelva nel 1984 fu la prima fattoria “Naturland” fuori dalla Germania che ha avuto una produzione a ciclo chiuso con il proprio bestiame. Il Dr. Richard Storhas, il primo capo e Presidente di Naturland e.V. e l’agronomo Mario Turri presso l’Università di Padova consigliarono Egger quando egli era agli inizi. Essi si concentrarono su come questa terra può essere coltivata organicamente. La CantinaLaSelva, certificata anche da Naturland e vegan dal 2010, è diventato un altro ramo del business con vini pregiati a livello internazionale. La trasformazione delle colture avviene nel laboratorio in azienda e nella fabbrica di Donoratico. Con visite in azienda, degustazioni e attraverso le vacanze in agriturismo, gli appassionati de LaSelva possono avere un vero e proprio sguardo del dietro le quinte

In cooperazione con gli agricoltori biologici italiani e attraverso la collaborazione a lungo termine con fornitori certificati, alcuni da più di 15 anni, LaSelva si è assicurata forniture di materie prime per soddisfare la grande richiesta. L’approvvigionamento di materie prime dall’esterno è limitata a quei prodotti che sono difficili da ottenere in zona o che non possono essere prodotte in Italia, ad esempio noci, anacardi e spezie.

Biodiversità

Dal 1980: 7.000 alberi, siti di nidificazione, prati fioriti, zone umide e 65 ettari di bosco.

Agricoltura ecologica è sinonimo di coltivazione estensiva e di metodi sostenibili che mirano al ripristino ed al mantenimento dell’ecosistema locale. Nel corso degli anni sono stati piantati migliaia di alberi e creati molti piccoli biotopi in cui piante ed animali della macchia mediterranea hanno trovato un proprio habitat naturale.

L’ambiente sano dell’agricoltura biologica porta anche dei vantaggi alla flora e alla fauna locali. La rinuncia ai pesticidi, i metodi di coltivazione estensiva, la varietà di colture, il rimboschimento e la creazione di tanti piccoli ecosistemi sono delle misure che adottiamo per favorire la rigenerazione delle specie di piante e di animali locali.

L’istituzione di zone umide e il mantenimento di 65 ettari di bosco mediterraneo, siti di nidificazione, una riserva per fagiani, legno in decomposizione e zone di compensazione sono importanti rifugi per animali. Circa 7.000 alberi piantati di diverse specie come la quercia da sughero, ciliegio selvatico, sorbo e cipresso e 2,5 ettari di prato fiorito per le api sono stati affiancati alla zona coltivata negli ultimi 35 anni.

Per ulteriori informazioni:
www.laselva-bio.it
Video: www.laselva-bio.it/videoteca

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento