Azione contro la fame: 10 chef x 10 portate

Azione contro la fame: 10 chef x 10 portate

Il 22 marzo è la Giornata Mondiale dell’Acqua e, contestualmente, a Milano “Azione contro la Fame” mette in campo una squadra di chef eccellenti (compreso un ospite internazionale, Quique Dacosta) per un’esperienza culinaria unica per qualità, e doppiamente soddisfacente per quanti vi parteciperanno, perché tutto è all’insegna della solidarietà.

Scarica invito: (clicca qui)

L’evento, realizzato in collaborazione con Associazione Professionale Cuochi Italiani, Taste of Milano e l’Hotel Principe di Savoia, avrà luogo proprio nell’incantevole cornice dell’iconico albergo milanese, dove dieci grandi chef metteranno a disposizione la propria creatività e la propria professionalità, per dar vita ad un irripetibile percorso culinario che vedrà sfilare dieci portate. E, cioè:
                   ===Entrées===

Tommaso Arrigoni di “Innocenti Evasioni:
Radice di prezzemolo alla carbonara con pomodorini e pepe sechuan;

Tano Simonato di “Tano passami l’olio”:
Baccalà mantecato, mousse di erbe amare, tuorlo disidratato

Fabrizio Cadei del ristorante Acanto dell’Hotel Principe di Savoia:
Cubo di lingua salmistrata, salsa verde e pastinaca croccante,

                 ===Cena Placée===

Andrea Aprea del ristorante Vun del Park Hyatt Hotel:
Caprese… Dolce Salato,

Michele Biassoni del ristorante Iyo:
Hamachi miso, Ricciola con pomodoro camone, salsa di miso allo yuzu e avocado,

Quique Dacosta chef e proprietario dell’omonimo ristorante di Dénia, vicino ad Alicante:
Ash Rice,

Alessandro Buffolino del ristorante Acanto dell’Hotel Principe di Savoia:
Baccalà, patate e liquirizia,

Antonio Guida del ristorante Seta del Mandarin Orientale hotel:
Agnello allo zafferano e cardamomo con crema di cipollotto al nero,

Andrea Berton chef-proprietario dell’omonimo ristorante di Milano:
Cioccolato, menta e liquirizia,

Luigi Taglienti chef e proprietario del ristorante Lume:
Tartufo nero tiramisù,

Tutto accompagnato da Champagne Veuve Clicquot Rosé, Pinot bianco di Venica&Venica, Pinot nero CentoperCento di Prime Alture.

E’ importante sapere che tutti gli chef partecipano gratuitamente all’evento perché vogliono supportare la missione di “Azione contro la Fame”, impegnata a salvare la vita di bambini malnutriti, perché come dichiara Quique Dacosta, chef spagnolo tre stelle Michelin e ambasciatore di Azione contro la Fame in Spagna, “El hambre es la mayor vergüenza del ser humano – La fame è la più grande vergogna dell’essere umano”. Durante la serata, Quique racconterà la sua esperienza con “Azione contro la Fame” e della sua visita sul campo nella comunità di Podor, in Senegal, nel 2017.

Il legame con i progetti che l’organizzazione umanitaria realizza nel mondo sarà sottolineato anche dalla splendida voce della cantante siriana Mirna Kassis, che si esibirà per gli ospiti durante la serata.
Inoltre, aggiungono gli organizzatori, la cena 10×10 non sarebbe possibile senza i partner che hanno messo a disposizione degli chef prodotti d’eccellenza.

Un plauso, quindi, va a: Dac, La Fenice, Lavazza, Longino & Cardenal, Prime Alture, Selecta, Valrhona, Venica&Venica e Veuve Clicquot.
La donazione richiesta per la cena è di €. 150 a persona (prenotazione su Eventbrite) e sarà devoluta ai progetti contro la malnutrizione infantile che “Azione contro la Fame” realizza in 50 Paesi del mondo.

Maria Pizzillo
per  Newsfood.com

Azione contro la Fame è un’organizzazione umanitaria internazionale, da quasi 40 anni leader nella lotta contro le cause e le conseguenze della fame. In 50 Paesi del mondo salviamo la vita di bambini malnutriti, assicuriamo alle famiglie acqua potabile, cibo, cure mediche, formazione e consentiamo a intere comunità di vivere libere dalla fame.

 

Redazione Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply